1967 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

30 secondi d'amore (1936)

Torna indietro

30 secondi d'amore (1936)



Regia/Director: Mario Bonnard
Soggetto/Subject: opera, opera
Sceneggiatura/Screenplay: Aldo De Benedetti, Mario Bonnard
Interpreti/Actors: Elsa Merlini (Grazia Siriani), Nino Besozzi (Piero Gualandi), Enrico Viarisio (Tullio Siriani, marito di Grazia), Anna Magnani (Geltrude, sorella di Tullio), Giuseppe Porelli (avvocato Ferrini), Enzo Gainotti (Annibale Siriani, padre di Tullio), Jone Frigerio (Eleonora Siriani, madre di Tullio), Calisto Bertramo (Tranquillo Siriani, zio di Tullio), Margherita Bagni (Giovanna Siriani, zia di Tullio), Tilde Mercandalli (infermiera dello studio dentistico), Lilla Brignone (Annetta), Tatiana Pavoni (Rosina), Franca Barale (cameriera personale di Grazia), Alma Valeri (cameriera di casa Siriani), Nicola Maldacea (cliente sala d'attesa studio dentistico), Walter Grant (cliente sala d'attesa studio dentistico), Claudio Ermelli (cliente sala d'attesa studio dentistico), Ivanga Barol (cliente sala d'attesa studio dentistico), Emilj Kathrin Hovert (cliente sala d'attesa studio dentistico)
Fotografia/Photography: Carlo Montuori
Musica/Music: Giulio Bonnard
Scene/Scene Design: Guido Fiorini
Montaggio/Editing: Eraldo Judiconi [Eraldo Da Roma]
Suono/Sound: Hans Bittmann [Giovanni Bittmann]
Produzione/Production: Amato, G., Consorzio Cinematografico "E.I.A." Produzione
Distribuzione/Distribution: E.I.A.
censura: 29358 del 25-09-1936
Trama: Grazia Siriani, moglie di un dentista, viene vista dalla cognata insieme a un uomo su un automobile diretta in campagna. Al suo rientro a casa, la donna trova tutta la famiglia riunita pronta ad accusarla. Ma il malinteso è presto chiarito: Grazia sta cercando di prendere la patente e l'uomo che era con lei in macchina è il suo istruttore di guida. In seguito, ansiosa di dimostrare la propria abilità al volante, la donna investe un giovane pedone, Piero, procurandogli delle fratture multiple che richiedono un ricovero in ospedale. Finalmente riabilitatosi dopo una lunga degenza, l'uomo chiede a Grazia un risarcimento di 150.000 lire per non intraprendere azioni legali contro di lei. Un giorno, Piero va dalla donna per dirsi disposto a rinunciare al denaro in cambio di un bacio di soli trenta secondi. Dapprima Grazia rifiuta, ma poi, spinta dall'avaro marito e dai parenti, decide di accettare. Il bacio, che verrà scambiato nello studio dentistico del signor Siriani, sarà cronometrato dal segnale orario della radio e del fatto verrà poi redatto un regolare verbale. Quando tutto è pronto, Piero rifiuta di baciare la signora, ma firma lo stesso l'atto di rinuncia a ogni rivalsa. Grazia, sorpresa e indignata per il rifiuto, insegue il giovane sulle scale e lo schiaffeggia. Inaspettatamente, Piero la bacia con trasporto. Tornata dalla famiglia, riunita in attesa della conclusione dell'"affare", Grazia racconta che il ragazzo se ne è andato senza pretendere alcun risarcimento. Tutti sono soddisfatti. Ottenuta finalmente la patente, Grazia va in giro per Roma sulla sua automobile e, turbata, ripensa all'appassionato bacio datole da Piero.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information