982 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Teresa Confalonieri (1934)

Torna indietro

Teresa Confalonieri (1934)



Regia/Director: Guido Brignone
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Tomaso Smith
Interpreti/Actors: Marta Abba (Teresa Confalonieri), Nerio Bernardi (Federico Confalonieri), Luigi Carini (Vitaliano Confalonieri), Luigi Cimara (principe di Metternich), Filippo Scelzo (barone Salvotti), Elsa De Giorgi (principessa Jablonowska), Riccardo Tassani (Francesco I° d'Austria), Tina Lattanzi (imperatrice Carolina), Giovanni Barrella (Bolchesi, il servitore), Carlo Tamberlani (Luigi Parravicini), Achille Majeroni (feldmaresciallo Bubna), Lilla Brignone (marchesina al ballo), Mercedes Brignone (marchesa al ballo), Gianna Caverzaghi (Angela), Romolo Costa (governatore di Milano), Luigi Erminio D'Olivo (cavalier di Castilla), Carlo Duse, Renato Ferrari (Gabrio Casati), Elli Parvo (nobildonna al ballo), Aldo Pini, Antimo Reyneri, Mauro Serra (conte Ilario), Vinicio Sofia (uomo di fiducia del barone Salvotti), Amedeo Vecci, Eugenio Duse (ufficiale di polizia), Maria Zanoli (cameriera pettegola in casa Confalonieri), Cesare Polacco (banditore al patibolo), Idolo Tancredi (addetto alla stamperia)
Fotografia/Photography: Anchise Brizzi
Musica/Music: Luigi Avitabile
Costumi/Costume Design: Gino Sensani
Scene/Scene Design: Guido Fiorini
Suono/Sound: Hans Bittmann
Montaggio/Editing: Giorgio C. Simonelli
Produzione/Production: S.A.P.F.
Distribuzione/Distribution: Anonima Pittaluga
censura: 28496 del 24-09-1934
Altri titoli: Loyalty of Love, Teresa Confalonieri (Angelo della rivolta (L'))
Trama: Milano, marzo 1821. Per ordine del principe di Metternich, che ha invano cercato di farne un suo alleato, il conte Federico Confalonieri viene arrestato dalle truppe austriache con l'accusa di cospirazione. In seguito, la polizia cerca tra le carte del nobile patriota delle compromettenti lettere di Carlo Alberto, ma la contessa Teresa Confalonieri è già riuscita a bruciare tutti i documenti: l'unica cosa che la donna mostra agli austriaci sono delle lettere d'amore del marito. Eppure, nonostante l'insufficienza di prove, in seguito al processo Federico Confalonieri viene condannato al capestro. Teresa, allora, si batte con forza e con coraggio per ottenere la grazia dall'imperatore d'Austria Francesco I e, soprattutto, dalla sua consorte. Alla fine, grazie alla sua straordinaria tenacia, la donna riesce a far commutare la condanna a morte del marito in ergastolo. Il conte, salutata Teresa, parte con i suoi compagni per il carcere dello Spielberg, dove rimarrà fino al 1935.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information