1080 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Stasera niente di nuovo (1942)

Torna indietro

Stasera niente di nuovo (1942)



Regia/Director: Mario Mattòli
Soggetto/Subject: Mario Mattòli, Luciano Mattòli
Sceneggiatura/Screenplay: Mario Mattòli, Luciano Mattòli
Interpreti/Actors: Alida Valli (Maria), Carlo Ninchi (Cesare Manti, il giornalista), Antonio Gandusio (dott. Moriesi), Giuditta Rissone (Clelia, la padrona di casa), Ninì Gordini Cervi (Matilde), Tina Lattanzi (direttrice dell'istituto), Aldo Rubens (Giorgio, il ballerino), Cesarina Gheraldi (ospite dell'istituto), Dina Galli (portinaia), Armando Migliari (direttore del giornale), Paolo Bonecchi (fattorino del giornale), Achille Majeroni (professore ladro), Anna Maestri (ospite dell'istituto), Marisa Merlini (ospite dell'istituto), Olga Capri (sorvegliante), Armida Bonocore [Oliva Egli] (Elvira), Anna Carena (lavandaia), Tino Scotti (comico del varietà), Vinicio Sofia (direttore del teatro), Angelo Gandolfi (commissario), Gilda Marchiò (madre di Maria), Aldo Pini (complice di Giorgio), Giovanni D'Anzi (amico di Moriesi al bar)
Fotografia/Photography: Aldo Tonti
Musica/Music: Ezio Carabella
Costumi/Costume Design: Mario Rappini
Suono/Sound: Giovanni Nesci
Montaggio/Editing: Fernando Tropea
Produzione/Production: Consorzio Italfines
Distribuzione/Distribution: Italcine
censura: 31822 del 22-12-1942
Altri titoli: Ce soir rien de nouveau, Esta noche no hay nada nuevo
Trama: Cesare Manti, un giornalista alcolizzato, cerca di ottenere delle notizie di cronaca nera in un commissariato; qui incontra la bella Maria, vittima di una retata effettuata in una casa chiusa, e riconosce in lei la donna che molti anni prima, in Turchia, lo aveva curato quando era gravemente malato. L'uomo, vedendo la ragazza sola e depressa come lui, pensa di poterla aiutare e di poter ricevere lui stesso un aiuto da lei. Mentre, però, Cesare riesce a disintossicarsi, Maria fugge da un istituto per ragazze in difficoltà e torna sul marciapiede. Passa del tempo e i due si rincontrano: la donna, avvilita e giunta ormai allo stremo delle forze, confessa al giornalista che i propri genitori la credono felicemente sposata; l'uomo, resosi conto che ormai Maria sta morendo e deciso a darle almeno un attimo di serenità, la sposa e chiama i suoceri al suo capezzale. Più tardi, squilla il telefono, Cesare risponde e al redattore del giornale, che gli chiede se abbia qualche notizia, replica: "No, stasera, niente di nuovo".

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information