885 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La signora di tutti (1934)

Torna indietro

La signora di tutti (1934)



Regia/Director: Max Ophüls
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Max Ophüls, Hans Wilhelm, Curt Alexander
Interpreti/Actors: Isa Miranda (Gaby Doriot), Memo Benassi (Leonardo Nanni), Tatiana Pavlova (Alma Nanni), Nelly Corradi (Anna, sorella di Gaby), Friedrich Benfer [Federico Benfer] (Roberto Nanni), Francesco Coop [Franco Coop] (impresario Veraldi), Lamberto Picasso (padre di Gaby e Anna), Mario Ferrari (produttore cinematografico), Attilio Ortolani (Giovanni, il maggiordomo), Gildo Bocci (regista), Ines Cristina Zacconi (zia), Carlo Lombardi (azionista della ditta), Achille Majeroni (portiere del teatro), Andrea Checchi (studente amico di Roberto), Giulia Puccini (maestra di canto), Carlo Romano (autista di taxi), Alfredo Martinelli (giornalista), Zoe Incrocci (collegiale che fa le imitazioni), Egisto Olivieri, Elena Zareschi, Mattia Sassanelli, Luigi Barbieri, Chicchi Dias, Elda Maris
Fotografia/Photography: Ubaldo Arata
Musica/Music: Daniele Amphitheatroff
Costumi/Costume Design: Sandro Radice
Scene/Scene Design: Giuseppe Capponi
Montaggio/Editing: Ferdinando M. Poggioli
Suono/Sound: Hans Bittmann [Giovanni Bittmann]
Produzione/Production: Novella Film
Distribuzione/Distribution: Pittalunga
censura: 28525 del 31-10-1934
Altri titoli: Eine Diva für alle
Trama: Le riprese del nuovo film di Gaby Doriot stanno per iniziare, ma la nota attrice sembra scomparsa nel nulla. La donna viene in seguito ritrovata nel bagno del suo appartamento: si è tagliata i polsi ed è ormai agonizzante. Trasportata in ospedale, viene operata d'urgenza. Sotto anestesia l'attrice ricorda la propria vita. A diciassette anni è cacciata da scuola perché un professore sposato si è ucciso per lei. In seguito, si innamora del giovane figlio di un ricco industriale. Il ragazzo le fa conoscere la famiglia e la madre, invalida e costretta su una carrozzella, la invita a trasferirsi da loro per farle compagnia. Ma presto Gaby diventa l'amante dell'industriale. Una notte, mentre sta spiando i due in giardino, la moglie dell'uomo cade dalle scale e muore. Il ragazzo se ne va e Gaby va a vivere con l'amante, che trascura gli affari per lei e quindi finisce in carcere per appropriazione indebita. Quando esce di prigione, l'uomo apprende dalla pubblicità del film La signora di tutti che Gaby è diventata una diva del cinema. Credendo di averla persa per sempre, egli vaga sconvolto per le strade finché un'auto non lo investe uccidendolo. Appresa la notizia, i giornali rivelano pubblicamente il passato dell'attrice provocando uno scandalo. Quando il figlio dell'industriale torna per occuparsi del funerale del padre, Gaby scopre che l'unico uomo che abbia veramente amato ha sposato sua sorella. Disperata, la donna tenta il suicidio. In ospedale i medici ormai non possono più fare nulla per salvarla: Gaby viene dichiarata morta. E la rotativa ferma la stampa dei manifesti della diva.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information