1352 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Rosa di sangue (1940)

Torna indietro

Rosa di sangue (1940)



Regia/Director: Jean Choux
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Maria Basaglia, Fabien Frachat
Interpreti/Actors: Viviane Romance (Angelica), Georges Flamant (don Manrico Ruiz detto "El Salvador"), Guillaume de Sax (Alvarez), Fedele Gentile (Manzanares, il giovane tenente), Paul Amiot (Miguel Iramundi), Camillo Apolloni, Monique Thiébaut (Manuela), Elodia Maresca (madre superiora), Géo Bury (Salazar), Raymond Galle (Ramiro Diaz), Marcelle Yrven (Yacca), Oreste Bilancia, Emi Rai, Raimondo Van Riel (padre di Angelica e Manuela), Robert Favart (Peralta), Robert Pizani, Bruno Persa, Arlette Redon, Carlo Chertier, Yves Deniaud, Maria Pia Fonzi, Stella Gaipo, Ernest Maupi, Fernando Mochetti, Renato Nardi, Amalia Pellegrini (Mamita), Enzo De Felice, Pierre Labry, Zara Lammarì, Fernand Squinquel, Amedeo Vecci, Clelia Bernacchi (Esoeranza)
Fotografia/Photography: Ubaldo Arata
Musica/Music: Jacques Ibert
Costumi/Costume Design: Domenico Gaido, Domenico Gaido
Scene/Scene Design: Pierre Schild, Alfredo Manzi
Suono/Sound: Piero Cavazzuti, Franco Robecchi
Montaggio/Editing: Eraldo Judiconi [Eraldo Da Roma]
Produzione/Production: Scalera Film
Distribuzione/Distribution: Scalera Film
censura: 30932 del 16-02-1940
Altri titoli: Angélica, Rosa de sangre, La rose de sang, Die Nacht der Wergeltung (Blutrache)
Trama: Sud America. In una piccola repubblica un giovane rivoluzionario riesce a rovesciare una dittatura. Ma, lo stesso giorno, un luogotenente ubriaco dell'uomo penetra in una fattoria di campagna, uccide l'anziano proprietario e violenta sua figlia, che ha dodici anni. Credendo che il responsabile di tali crimini sia il giovane rivoluzionario, la sorella maggiore della bambina giura vendetta e, penetrata nella guarnigione, affascina soldati e ufficiali con la sua bellezza. In seguito, la ragazza sposa proprio il luogotenente e lo induce a compiere un colpo di stato contro il capo rivoluzionario. Resasi conto del proprio terribile errore, la giovane cerca il perdono del giovane capo, ma, respinta e umiliata, finisce col chiudersi in convento. Il rivoluzionario riprende il potere.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information