1128 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Ridi pagliaccio! (1941)

Torna indietro

Ridi pagliaccio! (1941)



Regia/Director: Camillo Mastrocinque
Soggetto/Subject: Giuseppe Zucca, Camillo Mastrocinque
Sceneggiatura/Screenplay: Giuseppe Zucca, Camillo Mastrocinque
Interpreti/Actors: Fosco Giachetti (Pietro Rinaldi), Laura Solari (Anna Alessandri), Elli Parvo (amante di Giorgio), Otello Toso (Giorgio Veri), Giulio Donadio (commissario), Bella Starace Sainati (signora Egle), Osvaldo Genazzani (Ernesto), Marichetta Stoppa (Iris), Olinto Cristina (impresario Bernardo Silvagni), Jone Morino [Nora Marino] (padrona della pensione), Gero Zambuto (attore classico), Giuseppe Zago (Matteo), Fedele Gentile (Peppino), Amina Pirani Maggi (monaca nel carcere), Adriana Facchetti (guardiana del carcere), Jone Frigerio (cameriera della pensione), Uberto Cocchi (maresciallo), Claudio Ermelli (pensionante), Paolo Carlini (spettatore nel circo), Margherita Bossi Nicosia [Margherita Nicosia] (Maria, la domestica), Giulio Alfieri (anziano pensionante)
Fotografia/Photography: Jan Stallich
Musica/Music: Alessandro Cicognini
Costumi/Costume Design: Boris Bilinsky
Scene/Scene Design: Arnaldo Foresti
Suono/Sound: Franz Croci [Franco Croci]
Montaggio/Editing: Duilio A. Lucarelli
Produzione/Production: Rondini Film, Titanus
Distribuzione/Distribution: Titanus S.A.
censura: 31260 del 07-03-1941
Altri titoli: Vorlestraft
Trama: Coinvolta suo malgrado in un furto commesso dal suo amante, un cassiere di un grande magazzino, la giovane Anna Alessandri era stata messa in carcere. Adesso, poiché la pena è stata diminuita per buona condotta, è arrivato per lei il momento di tornare in libertà. Saputo che il suo ex amante convive con un'altra, la ragazza torna al proprio paese natale dalla madre, ma scopre che la donna è morta. Disperata, Anna tenta il suicidio gettandosi in un fiume, ma un trapezista la salva. L'uomo, Pietro Rinaldi, la porta quindi dai direttori del circo dove lavora e questi accettano di ospitarla. Anna e Pietro cominciano a frequentarsi, si innamorano e, quindi, si sposano. Ma la donna non racconta nulla del proprio passato al trapezista. Un giorno, il suo ex amante si fa vivo per ricattarla e il marito, notando il suo strano comportamento, comincia a sospettare che lo tradisca. Preso dall'angoscia, Pietro cade nel vuoto durante un esercizio, provocandosi una commozione cerebrale. Portato all'ospedale, nello spazio di qualche giorno riesce però a guarire. Quando un commissario racconta la verità all'uomo, scagionando Anna, nella vita della coppia torna finalmente la serenità.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information