1097 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I promessi sposi (1941)

Torna indietro

I promessi sposi (1941)



Regia/Director: Mario Camerini
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Mario Camerini, Ivo Perilli, Gabriele Baldini
Interpreti/Actors: Gino Cervi (Renzo Tramaglino), Dina Sassoli (Lucia Mondella), Ruggero Ruggeri (cardinale Federigo Borromeo), Armando Falconi (don Abbondio), Enrico Glori (don Rodrigo), Carlo Ninchi (Innominato), Luis Hurtado (padre Cristoforo), Evi Maltagliati (monaca di Monza detta la "Signora"), Ines Cristina Zacconi (Perpetua), Franco Scandurra (conte Attilio), Gilda Marchiò (Agnese, madre di Lucia), Dino Di Luca (Griso), Enzo Biliotti (Antonio Ferrer), Lauro Gazzolo (Ambrogio Fusella), Giacomo Moschini (dottor Azzeccagarbugli), Carlo Duse (I° bravo), Bruno Calabretta (II° bravo), Elodia Maresca (donna Prassede), Olinto Cristina (Ambrogio Spinola), Antonio Marietti (Nibbio), Giacinto Molteni (Ambrogio, campanaro), Elvira Bonecchi (vecchia nel castello dell'Innominato), Cesare Fantoni (Egidio), Emma Baron (madre di Cecilia), Loris Gizzi (capitano delle guardie), Margherita Bagni (dama amica del conte Attilio), Gina Rohr (dama amica del conte Attilio), Giovanni Onorato (sgherro di don Rodrigo), Cesare Barbetti [Cesarino Barbetti] (ragazzo alla festa di fidanzamento), Checco Rissone (Gervaso), Domenico Serra (Tonio), Aldo Silvani (Girolamo), Dina Romano (popolana all'assalto del forno), Mario Ersanilli (invasato), Giulio Battiferri (rivoluzionario), Pio Campa, Giorgio Capecchi, Sandro De Macchi, Manlio Mannozzi, Felice Romano, Nino Vingelli, Alessandra Adari, Laura Buchetti, Carlo Cecchi, Filiberto Conti, Jolanda Fantini, Giachetti Fontana, Lina Nichi, Giorgio Ravalico
Fotografia/Photography: Anchise Brizzi
Musica/Music: Ildebrando Pizzetti
Costumi/Costume Design: Gino Sensani
Suono/Sound: Giovanni Paris
Montaggio/Editing: Mario Serandrei
Produzione/Production: Lux Film
Distribuzione/Distribution: Lux Film
censura: 31499 del 21-12-1941
Altri titoli: The Spirit and the Flesh, Les fiancés
Trama: Lombardia spagnola, 7 novembre 1628. Le strette strade delle colline che circondano il lago di Como sono percorse da contadini e pastori. Nel piccolo paese di Pescarenico suona la campana della chiesa. Il curato don Abbondio sta leggendo il suo breviario mentre passeggia per un vicolo, quando vede due individui dall'aspetto minaccioso sbarrargli la strada. Il prete dovrebbe celebrare il matrimonio tra i giovani Renzo Tramaglino e Lucia Mondella, ma don Rodrigo, un signorotto locale che si è infatuato della ragazza, vuole impedire le nozze e, per questo, ha mandato due suoi bravi a spaventare l'uomo. Deciso a ritardare il matrimonio quanto più possibile, don Abbondio escogita mille sotterfugi, ma presto la verità viene scoperta. Su consiglio di padre Cristoforo, allora, Renzo va a stare da alcuni parenti a Milano e Lucia trova rifugio in un convento di Monza, dove una potente monaca, la "Signora", avrà cura di lei. Un giorno, però, il misterioso e malvagio Innominato, la fa rapire e condurre nel proprio castello. Dopo una notte insonne, il cinico signorotto si rende conto del male compiuto e, preso dal rimorso, lascia libera Lucia. Intanto, a Milano, dove è scoppiata un'epidemia di peste, Renzo viene creduto un untore e quindi inseguito dalla folla inferocita. Rifugiatosi in un lazzaretto, cerca la fidanzata che, secondo quanto gli è stato detto, si troverebbe lì. Dapprima, il giovane incontra don Rodrigo, che sta morendo di peste, e lo perdona; quindi, grazie a padre Cristoforo, riesce a ritrovare Lucia, che ormai è guarita. Un'abbondante pioggia scende a pulire il lazzaretto e tutti gli appestati.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information