1074 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Oro nero (1942)

Torna indietro

Oro nero (1942)



Regia/Director: Enrico Guazzoni
Soggetto/Subject: Amleto Palermi, Silvano Castellani, Pietro Lissia
Sceneggiatura/Screenplay: Silvano Castellani, Pietro Lissia
Interpreti/Actors: Juan de Landa (Pietro, il minatore), Carla Candiani (Grazia), Friedrich Benfer [Federico Benfer] (Nicola), Aldo Fiorelli, Carlo Romano, Piero Pastore (Marco, il marinaio), Gianni Giotti, Giuseppe Rinaldi (ing. Carlo Marini), Elena Altieri (collega di Marta), Maria Vittoria Guerra (Marta da bambina), Mara Landi (Marta), Giulio Battiferri (galante corteggiatore di Grazia), Gianni Musy Glori [Gianni Glori] (Nicola da ragazzo), Grazia Lucenti, Lora Silvani, Mirta Martinelli, Nino Pavese
Fotografia/Photography: Giuseppe La Torre
Musica/Music: Alberto Paoletti
Scene/Scene Design: Ivo Battelli
Montaggio/Editing: Ines Donarelli
Produzione/Production: Fono Roma
Distribuzione/Distribution: E.I.A.
censura: 31661 del 19-02-1942
Trama: I piccoli Nicola e Marta, orfana di un minatore, giocano e sognano fantastiche avventure nelle gallerie della miniera di Bacu Abis, finché questa non viene chiusa per la cattiva volontà dei proprietari e la disorganizzazione degli operai. I due ragazzini sono costretti a separarsi. Molti anni dopo, la vecchia miniera viene riattivata e dà vita a Carbonia. Fra le persone assunte dal giovane ingegnere coordina i lavori ci sono Nicola, ormai diventato un uomo, e suo padre, un vecchio ed esperto minatore. Fa ritorno anche Marta, che ora è una maestra elementare. Quando rivede la propria compagna d'infanzia, il ragazzo capisce di averla amata sin da quando era bambino, ma, essendo schivo e introverso, non osa rivelarle i propri sentimenti. La donna, che per Nicola nutre un affetto fraterno, prima accetta la corte del giovane ingegnere e poi ne diviene la fidanzata. Il figlio del minatore, sentendosi tradito, è pieno di rabbia e risentimento. Un giorno, mentre compiono un'ispezione in una galleria della miniera, l'ingegnere e Nicola vengono seppelliti da una frana. In un primo momento il giovane minatore è tentato di uccidere il proprio rivale, ma, poi, la sua generosità ha il sopravvento ed egli, compresi ed accettati i sentimenti di Marta, fa di tutto per salvarlo, fino a sacrificare la propria vita.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information