1518 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La congiura de' Pazzi (1941)

Torna indietro

La congiura de' Pazzi (1941)



Regia/Director: Ladislao Vajda
Soggetto/Subject: Luigi Ugolini
Sceneggiatura/Screenplay: Ferruccio Cerio, Carlo Rolva, Andrea di Robilant [Andrea Robilant]
Interpreti/Actors: Conchita Montenegro (Fioretta), Juan de Landa (Goro Gorini), Osvaldo Valenti (Franceschino de' Pazzi), Leonardo Cortese (Giuliano de' Medici), Carlo Tamberlani (Lorenzo de' Medici detto "il Magnifico"), Laura Nucci (madonna Violante), Alanova (contessina Viola Della Rovere), Luis Hurtado (Jacopo de' Pazzi), Paolo Stoppa (Volpino), Augusto Marcacci (Sangallo), Edoardo Toniolo (Biondello), Juan Calvo (Giovanbattista da Monteseccio), Fedele Gentile (Poggio), Renato Navarrini (Poliziano), Giovanni Onorato (Giovanni de' Pazzi), Antonio Acqua, Lea Migliorini, Antonio Corevi
Fotografia/Photography: Alberto Fusi
Musica/Music: Alessandro Cicognini
Costumi/Costume Design: Gino Sensani
Scene/Scene Design: Enrico Verdozzi, Antonio Tagliolini
Suono/Sound: Mario Faraoni
Montaggio/Editing: Mario Serandrei
Produzione/Production: Cinematografica Sol
Distribuzione/Distribution: Colosseum Film
censura: 31244 del 26-02-1941
Altri titoli: Giuliano de' Medici, L'enfant du meurtre
Trama: Firenze, alla fine del 1477, due famiglie sono in guerra l'una contro l'altra: i Medici e i Pazzi. Una delle ragioni più recenti di quest'odio è la presa di Volterra, che voluta e aiutata dai Medici infligge ai Pazzi una forte perdita di denaro e di credito. Giuliano de' Medici, che ama Fioretta, figlia del mercante Goro Gorini, si batte con Franceschino dei Pazzi, nipote di Jacopo, capo della Casata, ed entrambi rimangono feriti. Un agguato teso da Franceschino a Giuliano fallisce perché quest'ultimo, di nascosto dal fratello, sposa segretamente Fioretta, che è incinta. Durante un'uscita serale di Fioretta, un sicario di Franceschino rivela a Goro che sua figlia è la concubina di Giuliano e che Lorenzo gli avrebbe offerto del denaro per liberarsi di lui. Di fronte ai Pazzi Goro giura vendetta e chiede di essere scelto per l'eccidio che è stato rimandato alla prossima festa in S. Reprata: festa che avrebbe dovuto siglare la pace tra le due famiglie. Il 26 aprile 1478: Giuliano viene ucciso, mentre Lorenzo, aiutato dagli amici, si difende: finché il popolo insorto non fa giustizia sommaria dei Pazzi.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information