1103 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Fuga a due voci (1943)

Torna indietro

Fuga a due voci (1943)



Regia/Director: Carlo Ludovico Bragaglia
Soggetto/Subject: Carlo Ludovico Bragaglia, Aldo De Benedetti
Sceneggiatura/Screenplay: Carlo Ludovico Bragaglia, Aldo De Benedetti
Interpreti/Actors: Gino Bechi (baritono Giulio Moris), Irasema Dilian (Maria Santelli), Paolo Stoppa (produttore Fogliati), Carlo Campanini (conte Matteo, promesso sposo di Maria), Guglielmo Barnabò (industriale Santelli, padre di Maria), Aroldo Tieri (Piero, spasimante di Maria), Tina Mannozzi (Rina, attrice), Armando Migliari (commissario), Gildo Bocci (vagabondo), Gero Zambuto (regista Berelli), Ferdinand Guillaume [Polidor] (capostazione), Vasco Creti (controllore sul treno), Enrico Luzi (soggettista-sceneggiatore), Franco Volpi (soggettista-sceneggiatore), Pina Gallini (signora con il cagnolino bianco), Paolo Ferrara (direttore della locanda "Buona Fortuna"), Peppino Spadaro (cameriere della locanda "Buona Fortuna"), Franco Cuppini
Fotografia/Photography: Rodolfo Lombardi
Musica/Music: Cesare A. Bixio
Scene/Scene Design: Alfredo Montori
Suono/Sound: Tommaso Barberini
Montaggio/Editing: Gabriele Varriale
Suono/Sound: Paolo Di Nello
Produzione/Production: Cines (1941)
Distribuzione/Distribution: Ente Nazionale Industrie Cinemat. ENIC
censura: 31867 del 25-02-1943
Altri titoli: Une nuit avec toi, Aventuras musical
Trama: Al momento delle proprie pubblicazioni nuziali, una ragazza scopre con sconcerto di risultare già sposata. Di fronte all'incredibile rivelazione il promesso sposo si adira. Anche un giovane nobile che sta per sposare la figlia di un giudice si ritrova coniugato ad un'altra. La ragazza e l'aristocratico, intenzionati a chiarire l'equivoco, vanno subito al proprio paese natale dove per caso si incontrano. Dopo una complicata e lunga serie di malintesi e litigi si scopre la verità: un impiegato comunale, deciso a vendicarsi per essere stato licenziato in tronco dopo vent'anni di servizio, ha alterato i registri inventando matrimoni e decessi e cambiando le date di nascita. Ora la situazione è chiara, ma i due falsi sposi intanto hanno capito di essersi innamorati l'uno dell'altra. I due fidanzati abbandonati, messi di fronte al fatto compiuto, si consolano a vicenda. La storia si conclude con due matrimoni.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information