851 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I figli del Marchese Lucera (1938)

Torna indietro

I figli del Marchese Lucera (1938)



Regia/Director: Amleto Palermi
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Ettore M. Margadonna
Interpreti/Actors: Armando Falconi (marchese Cristoforo Maria Lucera), Caterina Boratto (Giannina), Sergio Tofano (Vigna), Gino Cervi (Ermanno), Filippo Scelzo (Salvatore), Carlo Romano (terzo figlio), Camillo Pilotto (Ventura), Clelia Matania (Soave), Neda Naldi [Talia Volpiana], Olinto Cristina (Matteo Tortorelli), Armando Migliari, Gemma Bolognesi (Zelinda Tortorelli), Adele Garavaglia (nonna di Zelinda), Gianni Agus, Anna Maria Bottini, Luigi Cristiani, Nicola Maldacea, Claudia Marti, Alfredo Petroni, Giuseppe Ricagno, Luigi Allodoli, Renata Carrari, Giovanni Ferrari, Maria Pia Fonzi, Armando Guarneri, Gennaro Sabatano
Fotografia/Photography: Massimo Terzano
Musica/Music: Umberto Mancini
Scene/Scene Design: Salvo D'Angelo
Montaggio/Editing: Eraldo Judiconi [Eraldo Da Roma]
Suono/Sound: Boris Muller
Produzione/Production: Scalera Film
Distribuzione/Distribution: Scalera Film
censura: 30436 del 31-12-1938
Trama: Con l'aiuto di un vecchio amico, l'anziano marchese Cristoforo Maria Lucera, che ormai, dopo una vita trascorsa nel lusso, è ridotto sul lastrico, organizza un piano: si inventerà un figlio naturale ricco, capace di garantirgli un futuro decoroso. Dapprima, Cristoforo riconosce come suo figlio un trovatello che egli crede sia un ricco banchiere, ma poi scopre che è solo un semplice bancario. Il marchese individua allora un secondo figlio, il proprietario di un calzaturificio di cui non si conoscono i genitori. L'uomo, però, è afflitto da seri problemi sentimentali: i parenti della ragazza che egli ama, infatti, non vogliono concedergli il permesso di sposarla. Questa situazione fa sì che il commerciante non si curi degli affari come dovrebbe, tanto che finisce con l'attraversare un periodo di serie difficoltà economiche. Il caso vuole che Cristoforo faccia un'inaspettata scoperta: la fidanzata del commerciante in realtà è una sua figlia illegittima. Resosi conto degli errori commessi, il marchese decide finalmente di cambiare vita: confessa l'inganno da lui ordito ai danni dei suoi "figli" e rende così possibile il matrimonio tra la ragazza e il proprietario del calzaturificio.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information