925 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Colpi di timone (1942)

Torna indietro

Colpi di timone (1942)



Regia/Director: Gennaro Righelli
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Gennaro Righelli, Ettore Maria Margadonna, Enzo La Rosa, Alessandro De Stefani, Gilberto Govi
Interpreti/Actors: Gilberto Govi (Giovanni Bevilacqua, armatore), Dina Sassoli (Paola), Elena Altieri (Jole Precordi, moglie del commendator Felice), Amelia Chellini (Alfonsina Martinelli), Marisa Vernati (Lola Martinelli, figlia della signora Alfonsina), Amelia Fancelli (Teresa, domestica), Alberto Capozzi (commendator Vincenzo Longoni), Cesare Bettarini (commendator Felice Precordi), Armando Migliari (avvocato Baratti), Giuseppe Porelli (Andrea Valente), Elio Steiner (Filippo, fratello di Giovanni), Nino Marchesini (Enrico Negri), Augusto Marcacci (conte Giulio Terzano), Giuliana Pitti (Rosa), Nino Eller (giudice del duello), Aristide Baghetti (prof. Camillo Zerboni), Vasco Creti (Pietro usciere), Stefano Sibaldi (giornalista), Aristide Garbini (capitano dell'"Angiolina"), Mario Brizzolari (prof. Brunelli), Arturo Bragaglia (azionista all'assemblea), Ciro Berardi (azionista all'assemblea), Renato Chiantoni (azionista all'assemblea), Alfredo Martinelli (azionista all'assemblea), Luigi Dameri (azionista all'assemblea), Salvatore Costa, Maffeo Pieri, Armando Furlai, Fulvia Lumachi, Mario Gando [G.B. Gando], Emma Giglio, Giuseppe Gaggero, Elia Filippi, Ildebrando Biribò, Carlo Franzoni, Sergio Fosco, Emilio Magnoni, Enzo Musumeci Greco,
Fotografia/Photography: Mario Albertelli
Musica/Music: Felice Montagnini
Costumi/Costume Design: Bianca Bacicchi [Bianca Emanuele]
Montaggio/Editing: Duilio A. Lucarelli
Suono/Sound: Venanzio Lisca
Produzione/Production: Lux Film
Distribuzione/Distribution: Lux Film
censura: 31799 del 01-12-1942
Trama: L'anziano e taciturno armatore genovese Giovanni Bevilacqua, informato da un medico di essere stato colpito da un male incurabile, cerca di vivere al meglio i giorni che ancora gli restano, aggrappandosi con passione al proprio lavoro. Decide poi di regolare i conti con i corrotti presidente e amministratore di una cooperativa di armatori, smascherando i loro loschi affari. Contemporaneamente, costringe il fratello ad allontanarsi da un'amante interessata per sposare la donna che lo ama davvero. Alla fine, Giovanni finisce con l'accettare un duello. Ma, mentre tutto è pronto, arriva il medico che confessa all'uomo di aver commesso un errore, scambiando delle radiografie. Per l'anziano armatore, che gode di perfetta salute, tutto si risolve per il meglio: il duello viene mandato a monte ed egli può finalmente vivere libero da ipocrisie e pregiudizi.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information