1628 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il cavaliere di San Marco (1939)

Torna indietro

Il cavaliere di San Marco (1939)



Regia/Director: Gennaro Righelli
Soggetto/Subject: Alessandro De Stefani
Sceneggiatura/Screenplay: Alessandro De Stefani, Gherardo Gherardi, Edoardo Anton, Renato Castellani
Interpreti/Actors: Mario Ferrari (Daniele Orsenigo), Dria Paola (Stefania), Vanna Vanni (Bianca), Laura Nucci (Teresa), Sandro Ruffini (Orsenigo padre), Renato Cialente (commissario von Krauss), Romolo Costa (Tito Orsenigo), Augusto Di Giovanni (Bauer), Corrado De Cenzo, Michele Malaspina (Andrea), Anita Farra, Pina De Angelis, Loretta Vinci, Massimo Pianforini, Ruggero Capodaglio, Giovanni Ferrari, Pietro Nofri, Ivano Viganò, Liliana Zanardi
Fotografia/Photography: Domenico Scala
Musica/Music: Cesare A. Bixio, Franco Casavola
Costumi/Costume Design: Gino Sensani
Scene/Scene Design: Alfredo Montori
Suono/Sound: Ovidio Del Grande
Montaggio/Editing: Vincenzo Zampi
Suono/Sound: Ovidio Del Grande
Produzione/Production: Juventus Film
Distribuzione/Distribution: Artisti Associati
censura: 30552 del 31-03-1939
Altri titoli: Angélica
Trama: Durante il Risorgimento, un giovane veneziano, membro della Carboneria, deve portare un prezioso documento ai suoi compagni di Parma. Il ragazzo trascorre la notte in una locanda, dove si invaghisce di una bella donna. Durante la notte, l'importante documento viene sottratto al patriota e, il mattino dopo, è ritrovato addosso a suo fratello, che subisce quindi una condanna all'ergastolo. Il giovane, disperato, si mette sulle tracce della donna, che è scomparsa, ma, nel frattempo, la polizia scopre in lui un cospiratore e lo insegue. Dopo aver appreso che la donna di cui si era invaghito è la moglie del nuovo governatore di Venezia, il giovane torna dal padre, che, ferito gravemente da un colpo di pistola, sta morendo. Prima di lasciarlo, l'uomo rivela al figlio di essere il misterioso "Cavaliere di San Marco", il capo dei patrioti veneti, e lo esorta a prendere il suo posto nella lotta contro l'oppressore.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information