1717 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La casa senza tempo (1945)

Torna indietro

La casa senza tempo (1945)



Regia/Director: Andrea Forzano [Andrea Della Sabbia]
Soggetto/Subject: Andrea Forzano [Andrea Della Sabbia]
Sceneggiatura/Screenplay: Andrea Forzano [Andrea Della Sabbia]
Interpreti/Actors: Lia Orlandini (madre di Anna), Ugo Sasso (Blasco), Armando Migliari (commissario), Fausto Guerzoni (portiere), Aldo Rubens (Marco), Vivi Gioi (Anna Mendes alias Marta), Rossano Brazzi (capitano Paolo Sivera), Guido Notari (Antonio), Carlo Romano (Giovanni), Angelo Calabrese (ingegner Sanchez), Gorni Kramer (direttore d'orchestra), Augusto Marcacci (psichiatra), Giacinto Molteni (signor Manet), Natalino Otto (cantante), Ines Cristina Zacconi (governante), Luigi Erminio D'Olivo (ingegner Violet), Mario Siletti (Miguel Baroja), Giuseppe Addobbati (medico clinica psichiatrica), Celio Bucchi (Vodkin)
Fotografia/Photography: Manfredo Bertini
Musica/Music: Franco D'Achiardi [Francesco D'Acchiardi]
Scene/Scene Design: Antonio Valente
Montaggio/Editing: Andrea Forzano [Andrea Della Sabbia]
Produzione/Production: Consorzio Produttori Tirrenia, Bolognesi, B.
Distribuzione/Distribution: Ente Nazionale Industrie Cinemat. ENIC
censura: 103 del 09-10-1945
Trama: Il capitano d'aviazione Paolo Sivera, con l'aiuto di alcuni amici, ha ideato e sta costruendo un nuovo tipo di motore da aeroplano. Una sera, rincasando in un viale deserto di periferia, soccorre due signore scampate a un incidente automobilistico, le accompagna a casa e passa con loro la serata; ma il giorno successivo scopre dal portiere dello stabile che l'appartamento dov'è stato è disabitato da molti anni, dopo la morte delle due donne che l'abitavano. Le indagini della polizia confermano il racconto del portiere e Paolo comincia a essere considerato, in città, un visionario. Ma, dopo un incidente al nuovo motore che stava collaudando, Paolo scopre di essersi trovato coinvolto in un complotto di agenti nazisti contro le due donne, madre e figlia, che egli aveva incontrato e che anche l'incidente in fabbrica era la conseguenza di un attentato alla sua vita. E' la figlia, scampata a stento alla morte e da lui ritrovata casualmente in una clinica, a rivelargli la verità; e grazie a lei Paolo ritrova il proprio equilibrio mentale e l'amore.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information