scheda
 1487 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

All'ombra della gloria (1945)

Torna indietro

All'ombra della gloria (1945)



Regia/Director: Pino Mercanti
Soggetto/Subject: Ovidio Imara, Santi Savarino
Sceneggiatura/Screenplay: Giuseppe Zucca
Interpreti/Actors: Luisella Beghi (Angelica di Villagrazia), Alfredo Varelli (Federico), Mario Ferrari (commissario della polizia borbonica), Giovanni Grasso (frate), Carlo Bressan (duca), Lia Orlandini, Emma Druetti, Antonio Ugo (bambino), Piero De Santis (bambino), Cesare Barbetti [Cesarino Barbetti] (Peppino, fratello di Federico), Natale Cirino, Giovanni Bajardi, Eleonora Tranchina, Gagliardo Gagliano, Gamba
Fotografia/Photography: Emanuel Filiberto Lomiry, Francesco Gargano
Musica/Music: Gioacchino Angelo
Costumi/Costume Design: Pietro Gino Morici
Scene/Scene Design: Giuseppe Vittorio Ugo
Montaggio/Editing: Mario Serandrei
Produzione/Production: Produttori Associati (1942), Sicania Film
Distribuzione/Distribution: C.E.I.A.D.
censura: 21 del 15-01-1945
Trama: Nel 1860, durante lo sbarco in Sicilia di Garibaldi, a Villa Grazia un gruppo di paesani ostili ai borbonici, guidato dal barone di Villagrazia, dal suo intendente Federico e da Fra Formica, priore del vicino convento, preparano l'insurrezione. Federico, trattato dai padroni come un figlio, si innamora della baronessina Angelica, che lo contraccambia; ma il barone, prima di partire con i suoi picciotti per raggiungere Garibaldi, si accorda con la moglie per dare la figlia in sposa a un giovane vanesio e ambizioso, il duchino di Monterosso. Di ritorno da una pericolosa spedizione notturan, Federico, ferico, apprende per caso del fidanzamento della baronessina, ma inutilmente il commissario borbonico cerca di approfittare del suo scoramento per strappargli preziose informazioni sui rivoltosi. Ma i paesani credono invece che egli abbia tradito, e amareggiano con insinuazioni il fratello minore di Federico, Peppino. Quest'ultimo aiuta i garibaldini a sopraffarre l'esercito borbonico in uno scontro decisivo che avviene proprio in paese: ferito alla gola, muore tra le braccia di Federico, che è tornato a combattere e che ha ritrovato la sua Angelica.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information