1185 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Maciste contro Ercole nella valle dei guai (1961)

Torna indietro

Maciste contro Ercole nella valle dei guai (1961)



Regia/Director: Mario Mattòli
Soggetto/Subject: Vittorio Metz, Marcello Marchesi
Sceneggiatura/Screenplay: Vittorio Metz, Marcello Marchesi
Interpreti/Actors: Raimondo Vianello (Raimondo Rusteghin), Sandra Mondaini (Eco, la ninfa), Liana Orfei (Deianira), Mario Carotenuto (commendatore), Bice Valori, Franco Franchi (Francheo), Ciccio Ingrassia (Ingrassiae), Carlo Croccolo (Fetonte), Gino Bramieri (vigile), Francesco Mulè, Ave Ninchi, Frank Gordon (Ercole), Gino Buzzanca, Gianna Cobelli, Fanfulla [Luigi Visconti], Rita Salviati, Riccardo Paladini, Renato Terra Caizzi, Santo Versace, Adriano Bellini [Kirk Morris] (Maciste), Renato Maddalena, Ombretta Valmori
Fotografia/Photography: Enzo Oddone
Musica/Music: Gianni Ferrio
Scene/Scene Design: Enrico Tovaglieri
Montaggio/Editing: Roberto Cinquini
Produzione/Production: Cinesecolo
Distribuzione/Distribution: Indipendenti Regionali
censura: 35926 del 14-10-1961
Altri titoli: Franco e Ciccio contro Ercole e Maciste nella valle dei guai
Trama: Mario e Raimondo sono due grami impresari teatrali, il loro spettacolo con dei nani in una grottesca lotta alla periferia di Milano non incassa una lira e viene fischiato dallo scarsissimo pubblico. Non sapendo come far fronte alle spese, oberati dai debiti, il commendatore organizzatore ed il suo segretario decidono di fuggire. Per la fuga si servono di una macchina del tempo, ma sbagliano comando e anziché andare nel futuro, come loro intenzione, si trovano scaraventati indietro nel tempo di settemila anni. Mario e Raimondo non hanno tempo di ambientarsi che già sono condannati a fare le torce umane. Fortunatamente re Euristeo li scambia per dei maghi e li fa liberare. Ma i guai non sono finiti: in città piomba Ercole, che ha appena ucciso il Ciclope e abbatte uomini e ostacoli deciso a riunirsi alla sua fidanzata Deianira; sulla sua strada si mette Maciste, in pessime condizioni dopo che la perfida Circe l'ha privato della sua forza. Maciste sta per soccombere, ma in suo soccorso giunge la sua innamorata, la ninfa Eco, che riesce a salvarlo dalla furia di Ercole. Mario e Raimondo, grazie all'aiuto di due ancelle, riescono a fuggire, ritrovano la macchina del tempo e decidono di ritornare ai loro guai della vita moderna.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information