33 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La direzione del tempo (2018)

Torna indietro

La direzione del tempo (2018)



Regia/Director: Vincenzo Stango
Soggetto/Subject: Vincenzo Stango, Romualdo Reggiani
Sceneggiatura/Screenplay: Vincenzo Stango, Manuela Tovo
Interpreti/Actors: Gabriele Berti (Gabriele), Maurizio Bousso (Marcel), Francesco Buttironi (Marco), Lucrezia Di Michele (Emma), Chiara Vergassola (Giulia), Jesus Emiliano Coltorti (Attilio), Manuela Parodi (Edda), Eros Drusiani (Leone), Gianfranco Quero (Giovanni), Rocco Barbaro (Agostino), Daniela Poggi (preside D'Ambrosi)
Fotografia/Photography: Luca Silvagni
Musica/Music: Silvia Nair
Costumi/Costume Design: Paola Nazzaro
Scene/Scene Design: Rossella Tilli
Montaggio/Editing: Claudio D'Elia
Produzione/Production: Feel Center, ALBA Produzioni
censura: 113190 del 03-04-2018
Trama: ATTILIO è un brillante professore di Fisica al Liceo ma fatica a trovare la chiave giusta per avvicinare i suoi allievi a quella materia che, fin da bambino, lo ha sempre affascinato. Le prova tutte, nonostante una PRESIDE poco incline alla tolleranza, fino ad un corso di recupero nel quale partecipano cinque ragazzi ognuno con un sogno diverso nel cassetto. C'è GIULIA, che con i suoi video su youtube ha raggiunto migliaia di followers e che sta vivendo una complicata storia a distanza con il suo ragazzo. E' spigliata, sveglia ma dietro ad un sorriso solare nasconde un crescente senso di inquietudine che l'accomuna con EMMA, precisa e schiva, che sogna di diventare una ballerina classica. Fragile interiormente come nel fisico, Emma vive dopo la morte della madre, un rapporto conflittuale con il padre che proprio non riesce a stabilire con lei una relazione. Metodo e disciplina sono i suoi punti di riferimento ma la fisica, proprio, non fa per lei. Le due ragazze seguiranno il corso insieme a tre giovani. MARCO, dalle idee politiche chiare e dai sani principi morali, un po' vegano un po' ecologista, che adora suonare il Sax con il suo gruppo e che abbatterà, grazie all'amore, la corazza di Emma. GABRIELE, svogliato e poco incline alla disciplina. Un Writers nato. Amante dell'arte ma con una scarsa cognizione sulle sue capacità artistiche. Infine MARCEL, nato e cresciuto in Italia ma proveniente da una modesta famiglia africana. Il suo esempio di vita è il padre. Meccanico, gran lavoratore che sogna per il figlio un futuro privo di incertezze. Cinque ragazzi che si ritrovano di colpo catapultati in un'aula a seguire un corso di recupero su una materia che per loro non ha molta importanza. Non li appassiona fin in fondo e non capiscono come, il loro futuro e le loro vite, possano trarne vantaggio nell'imparare formule e concetti. Attilio ci prova a coinvolgerli ma la passione, proprio, non ne vuole sapere di emergere da quei giovani corpi. Così un giorno, un po' per caso, un po' grazie all'aiuto di EDDA professoressa in Storia dell'Arte, decide di rivoluzionare il mondo dei ragazzi. Non studieranno più Clausius, Newton, Einstein, Bernoulli e Faraday su un libro di testo, non si concentreranno più solo sulle loro formule ma diventeranno i fisici in carne ed ossa. Un cortometraggio sui cinque scienziati, girato di nascosto dalla Preside che proprio, come metodo d'insegnamento, non riesce ad accettarlo. Cinque copioni contenenti cinque vite diverse nelle quali i ragazzi si rispecchieranno talmente tanto da immedesimarsi in un passato non così lontano. Giulia sarà attratta come una calamita da Newton perché, in fondo, sta affrontando un amore a distanza e si rivede molto nelle scelte fatte dal fisico e nelle sue scoperte. Emma sarà Bernoulli, anche lui viveva un rapporto conflittuale con il padre. Marco, con il suo carattere e la sua esuberanza, si sente molto vicino ad Einstein e alla sua teoria sul tempo. Gabriele sceglie quasi con svogliatezza Clausius inconsapevole che il fisico lo spingerà ad appassionarsi alla materia quasi più degli altri, modificando totalmente il suo punto di vista sulla vita e sul modo di affrontarla. Marcel, dopo una prima reticenza, si avvicinerà a Faraday. La sua vita la immagina accanto al padre, in officina, e chi meglio di questo fisico può spingerlo verso un futuro fatto di nuove tecnologie e scoperte? Cinque vite che si intrecciano tra di loro in un mondo fantastico e reale. Cinque vite che raggiungeranno, attraverso la fisica, una maturità mai pensata. Una crescita sotto lo sguardo di Attilio ed Edda che, nonostante i personali conflitti , riusciranno a trasmettere ai ragazzi, quelle passioni che negli anni non le hanno mai abbandonati.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information