36 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Venuto al mondo (2012)

Torna indietro

Gallery

Venuto al mondo (2012)

Twice born



Regia/Director: Sergio Castellitto
Soggetto/Subject: da rom. di Margaret Mazzantini, Margaret Mazzantini
Sceneggiatura/Screenplay: Margaret Mazzantini
Interpreti/Actors: Penélope Cruz, Emile Hirsch, Adnan Haskovic, Saadet Aksoy, Pietro Castellitto, Mira Furlan, Jovan Divjak, Vinicio Marchioni, Branko Duric, Jane Birkin, Luca De Filippo, Sergio Castellitto
Fotografia/Photography: Gianfilippo Corticelli
Musica/Music: Eduardo Cruz
Costumi/Costume Design: Sonu Mishra
Scene/Scene Design: Francesco Frigeri
Montaggio/Editing: Patrizio Marone
Suono/Sound: Maurizio Argentieri
Produzione/Production: Alien Produzioni, Picomedia S.r.l., Medusa Film, Telecinco Cinema, Mod Producciones, Sky Cinema, Mediaset Premium
Distribuzione/Distribution: Medusa Film S.p.A.
Vendite all'estero/Sales abroad: Wild Bunch
censura: 106711 del 06-11-2012
Altri titoli: Twice born
Trama: Una mattina Gemma sale su un aereo, trascinandosi dietro un figlio di oggi, Pietro, un ragazzo di sedici anni. Destinazione Sarajevo, città-confine tra Occidente e Oriente, ferita da un passato ancora vicino. Ad attenderla all'aeroporto, Gojko, poeta bosniaco, amico, fratello, amore mancato, che ai tempi festosi delle Olimpiadi invernali del 1984 traghettò Gemma verso l'amore della sua vita, Diego, il fotografo di pozzanghere. Il romanzo racconta la storia di questo amore, una storia di ragazzi farneticanti che si rincontrano oggi invecchiati in un dopoguerra recente. Una storia d'amore appassionata, imperfetta come gli amori veri. Ma anche la storia di una maternità cercata, negata, risarcita. Il cammino misterioso di una nascita che fa piazza pulita della scienza, della biologia, e si addentra nella placenta preistorica di una guerra che mentre uccide procrea. L'avventura di Gemma e Diego è anche la storia di tutti noi, perché questo è un romanzo contemporaneo. Di pace e di guerra. La pace è l'aridità fumosa di un Occidente flaccido di egoismi, perso nella salamoia del benessere. La guerra è quella di una donna che ingaggia contro la natura una battaglia estrema e oltraggiosa. L'assedio di Sarajevo diventa l'assedio di ogni personaggio di questa vicenda di non eroi scaraventati dalla storia in un destino che sembra in attesa di loro come un tiratore scelto.
Sinopsys: Gemma leaves her comfortable apartment in Rome to visit Sarajevo with her son, Pietro. An exhibit commemorating the siege will include photographs by Pietro's father, Diego. Sixteen years earlier, Gemma escaped the war-torn city with Pietro while Diego remained behind and later died. As she uses the visit to repair her difficult relationship with Pietro, she also confronts her past. She first met and fell in love with Diego while visiting Sarajevo as a student in the 1980s. After many upheavals, the two lovers found passionate, if temporary, happiness. They desperately wanted children but Gemma could not conceive. As Sarajevo was being torn apart by the siege of 1992, they found a possible surrogate - Aska, a young and beautiful musician. Gemma pushed her into Diego's arms, only to be overwhelmed by guilt and jealousy. Now, a revelation awaits Gemma in Sarajevo that will force her to face the full extent of her loss, the true horror of war and the redemptive power of love.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information