913 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Un giorno devi andare (2013)

Torna indietro

Gallery

Un giorno devi andare (2013)

There Will Come Day



Regia/Director: Giorgio Diritti
Soggetto/Subject: Giorgio Diritti, Fredo Valla
Sceneggiatura/Screenplay: Giorgio Diritti, Fredo Valla, Tania Pedroni
Interpreti/Actors: Jasmine Trinca (Augusta), Anne Alvaro (Anna, mamma di Augusta), Pia Engleberth (suor Franca), Amanda Fonseca Galvao (Janaina), Paulo De Souza (Joao), Eder Frota Dos Santos (Nilson), Manuela Mendonça Marinho (Janete), Sonia Gessner (Antonia, nonna di Augusta)
Fotografia/Photography: Roberto Cimatti
Musica/Music: Marco Biscarini, Daniele Furlati
Costumi/Costume Design: Hellen Crysthine Bentes Gomes, Lia Morandini
Scene/Scene Design: Jean-Louis Leblanc, Paola Comencini
Montaggio/Editing: Esmeralda Calabria
Suono/Sound: Carlo Missidenti
Produzione/Production: Aranciafilm, Lumiere & Co., Groupe Deux, Wild Bunch
Distribuzione/Distribution: BIM Distribuzione
Vendite all'estero/Sales abroad: Elle Driver
censura: 107108 del 07-03-2013
Altri titoli: There Will Come Day
Trama: Dolorose vicende familiari spingono Augusta, una giovane donna italiana, a mettere in discussione le certezze su cui aveva costruito la sua esistenza. Su una piccola barca e nell'immensità della natura amazzonica inizia il suo viaggio accompagnando Suor Franca, un'amica della madre, nella sua missione presso i villaggi indios. Il percorso di Augusta sembra mosso solo dalle domande per cui non ha risposte. Lasciata Franca, Augusta si cala nella realtà delle favelas di Manaus: qui nell'incontro con la gente semplice del luogo torna a percepire la forza atavica dell'istinto di vita, intraprendendo il "suo" viaggio fino ad isolarsi nella foresta, accogliendo il dolore e riscoprendo l'amore, nel corpo e nell'anima. In una dimensione in cui la natura assume un senso profetico, scandisce nuovi tempi e stabilisce priorità essenziali, Augusta affronta l'avventura della ricerca di se stessa, incarnando la questione universale del senso dell'esistenza umana.
Sinopsys: Painful family issues push Augusta, a young Italian woman, to doubt the certainties upon which she had built her existence. On a small boat and within the immensity of the Amazon nature she begins her journey accompanying Sister Franca, a friend of her mother's, in her mission among the South American villages, discovering even in this remote land the attempts of achievement to becoming as the Western world. And therefore Augusta decides to go on with her journey, leaving the Italian community in order to go to Manaus, where she leaves in a favela. Here, through the meeting of the simple people from the place, she manages to perceive again the atavistic strength of the instinct of life, undertaking "her" journey, as far as isolating herself in the forest, welcoming her pain and finding again love, both with her body and soul. In a dimension where nature assumes a prophetic meaning, where it scans new times and establishes existential priorities, Augusta faces the adventure of the searching of herself, incarnating the universal matter of the meaning of the human existence.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information