95 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Goodbye Mama (2011)

Torna indietro

Gallery

Goodbye Mama (2011)



Regia/Director: Michelle Bonev
Soggetto/Subject: Michelle Bonev, tratto da una storia vera
Sceneggiatura/Screenplay: Michelle Bonev
Interpreti/Actors: Michelle Bonev (Yana), Licia Nunez (Virginia), Tatyana Lolova (Maria), Nadia Konakchieva (Teodora), Marta Yaneva (Elena), Julian Vergov (Bogdan), Vesselina Panova (Rositza Doneva), Giuseppe Maria Corasaniti (Giorgio), Ilka Zafirova (Kira), Ani Bakalowa (Vessa), Vyara Kolarova (infermiera), Alexandrina Kushinchanova (Elena 6 anni), Elizabet Radeva (infermiera), Krasimir Rankov (giudice), Yanko Lozanov (giudice), Meglena Karalambova (insegnante), Dobrin Dosev (allenatore), Stanislav Pishtalov (Pavel), Ivan Petruchinov (Dragan), Vesselin Rankov (Vladimir), Lilia Mostrova (Lilyana), Nadia Tosheva (venditrice di arance), Dian Hristov (amante 35), Ivaylo Zahariev (amante 25), Lazarina Kotkova (Dora), Alissa Atanassova (Mariana), Jeni Alexandrova Lecheva (Zeza), Ivan Kotsev (Pesho), Rozalie Abgaryan (fidanzata di Bogdan), Stefano Davanzati (fidanzato di Elena)
Fotografia/Photography: Emil Topuzov
Musica/Music: Kiril Donchev
Costumi/Costume Design: Sonya Despotova
Scene/Scene Design: Nasko Yanakiev
Montaggio/Editing: Massimo Quaglia
Suono/Sound: Alexander Simeonov
Produzione/Production: Romantica Entertainment, Romantica Entertainment BG OOD
Distribuzione/Distribution: 01 Distribution
censura: 104235 del 06-04-2011
Trama: GOODBYE MAMA racconta un intenso dramma familiare al femminile, la vita di quattro donne (una madre, due figlie, una nonna), i loro conflitti, le barriere sociali, l'abbandono degli anziani. La storia di Maria, Teodora, Jana, Elena attraversa quattro decenni, dagli anni '60 ai giorni nostri. Ambientato in Bulgaria, il racconto ha inizio nell'inverno 2005. Teodora, 19 anni, riceve una telefonata dalla sorella Elena, 34 anni, che le chiede di andare a far visita alla nonna Maria, 81 anni, malata di Alzheimer, abbandonata dalla figlia Jana, 56 anni, in un ospizio statale. Quando Teodora arriva a destinazione, inorridisce nel vedere come vengono trattati gli anziani. Da una ricerca fatta su Internet scopre che la nonna è ricoverata in uno degli istituti con più alta mortalità del paese. A Teodora ed Elena è subito chiaro che la madre Jana vuole liberarsi della nonna per impadronirsi della sua casa. Scatta quindi l'operazione salvataggio. Dopo varie battaglie legali, Elena e Teodora, assistite dall'avvocato Virginia Kirova, che accetta il caso in nome della giustizia, riescono ad assumere la tutela della nonna Maria, la trasferiscono in un istituto privato di Sofia, salvandole la vita. Per comprendere le ragioni che muovono le quattro protagoniste si indaga nelle loro vite, tornando indietro nel tempo. Con Jana si parte dagli anni '60, quando si frantumano i suoi sogni e c'è il distacco dalla sua famiglia. Espulsa dalla nazionale bulgara di pallavolo per cattiva condotta, cacciata di casa dal padre adottivo, lacerata dall'indifferenza della madre che non spende una sola parola in sua difesa, il cuore di Jana si indurisce fino a farla diventare una donna malvagia e senza scrupoli. Con Elena, invece, partiamo dagli ultimi anni del regime comunista, quando il Muro ancora divideva in due territori e coscienze. Martoriata dalla madre, sua grande antagonista, abbandonata dal padre, che amava tanto, a soli 17 anni tenterà il suicidio. Lascerà la Bulgaria per approdare in Italia, portando con sé solo l'amore profondo per la sorella di appena 4 anni. I soldi che riuscirà a mettere da parte, sono destinati a sua madre, affinché risparmi a Teodora ciò che lei ha sofferto da bambina. Nonostante i sacrifici di Elena, Teodora non resterà comunque immune dall'ira di sua madre. L'amore che unisce le due sorelle darà loro la forza di sconfiggere i fantasmi del passato ed aprire i loro cuori ai sogni e alla speranza di una vita nuova.
Sinopsys: GOODBYE MAMA is an intense female family drama, that deals with the lives of four women (a mother, two daughters, a grandmother), their conflicts, social barriers, and the abandonment of the elderly. It is a difficult story that, by entering into the heart of family relationships, where a person's happiness or pain is determined, uncovers truths that are hard to accept, such as a mother who feels no loves for her child, or a child who decides to abandon their parent. The story of Maria, Teodora, Jana, Elena over four decades, from the '60s to the present day. Set in Bulgaria, the story begins in the winter of 2005. Teodora, 19, receives a phone call from her sister Elena, 34, who asks her to go and visit their grandmother Maria, 81, who is suffering from Alzheimer's, and has been abandoned by her daughter Jana, 56, in a state nursing home. When Teodora arrives at the home, she is horrified at how the old people are treated. Checking on the internet, she discovers that her grandmother has been admitted to an institute with one of the highest mortality rates in the country. To Teodora and Elena it is clear from the outset that their mother Jana wants to get the old woman out of the way so she can take possession of her house. The granddaughters set out to rescue the old woman. After various legal battles, Elena and Teodora manage to get custody of their grandmother Maria, they transfer her to a private nursing home in Sofia, and thus save her life. To understand the four characters' motives the film goes back in time to investigate their lives. With Jana we start in the '60s, when her dreams are shattered and she breaks with her family. Barred from the Bulgarian national volleyball team for misconduct, kicked out of her home by her adoptive father, deeply hurt by the indifference of her mother who does not utter a single word in her defence, Jana's heart hardens and she becomes a wicked, unscrupulous woman. With Elena, instead, we start in the last years of the Communist regime, when the Berlin Wall still divided Europe geographically and mentally. Tormented by her mother, the bane of her life, abandoned by her beloved father, at the age of just 17 she will attempt suicide. She will leave Bulgaria to go to Italy, taking with her only her profound love for her little sister of 4. The money she manages to save is sent to her mother, so that she can spare Teodora what she suffered as a girl. Despite Elena's sacrifices, Teodora will still not be immune to her mother's rages. The love that unites the two girls will give them the strength to defeat the ghosts of the past and open their hearts to the dreams and hopes of a new life.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information