9 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Per Sofia (2009)

Torna indietro

Per Sofia (2009)

Per Sofia



Regia/Director: Ilaria Paganelli
Soggetto/Subject: Ilaria Paganelli
Sceneggiatura/Screenplay: Ilaria Paganelli, Alessandra Carati
Interpreti/Actors: Giordano Petri (Isak Bertolucci), Emma Medas (Letizia), Carina Wachsmann (Isabel), Nadia Kibout (zingara), Gianluca Medas (sindaco), Jonathan Deman (Jonh), Mariano Rigillo (Riccardo Bertolucci), Anna Teresa Rossini (Anna), Stephanie Capetanides (Sofia)
Fotografia/Photography: Ugo Lo Pinto
Musica/Music: Dimitri Scarlato
Costumi/Costume Design: Stefania Grilli
Scene/Scene Design: Rita Altarocca
Suono/Sound: Ignazio Vellucci, Gianluca Scarlata
Montaggio/Editing: Francesca Bracci
Produzione/Production: Planet Image S.r.l.
Distribuzione/Distribution: Planet Image
censura: 102994 del 28-10-2009
Altri titoli: Per Sofia
Trama: Isak, giovane musicista caduto in depressione, decide di allontanarsi dal padre e dal suo ambiente che gli impediscono di essere se stesso e di comporre. Va quindi in Sardegna a S'Archittu, in una casa sulla scogliera, vicino alla casa che era stata di Sofia, una pianista degli anni '40. La storia della giovane pianista, raccontatagli in paese, diviene per lui fonte di crescita e di ispirazione. Tra realtà e suggestione, Isak compie un percorso fatto di incontri, sentimenti ed emozioni, nella speranza di ritrovarsi quando ci si è smarriti, riconoscendo ogni segnale che la vita manda, dal saper ascoltare il silenzio a riuscire a vedere, sulla scogliera, una giovane donna vestita di bianco.
Sinopsys: Isaac is a young musician, influenced by his father and his surroundings. He falls into an existential crisis and decides to get distance from his environments which are keeping him away from his dream to compose. He goes to S'Archittu, in Sardinia, in a house on the cliffs, next to a house that during the 1940's was inhabited by a young piano player named Sophia. Isaac comes to know about the story, and it helps him getting inspiration and growing personally with the hope of resuming where one left off for whatever reason. The important thing is to recognize the signals life sends you: it could be an encounter, to listen to the silence, to be able to see on the cliffs a young woman dressed in white.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information