72 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Viva la sposa (2015)

Torna indietro

Viva la sposa (2015)



Regia/Director: Ascanio Celestini
Soggetto/Subject: Ascanio Celestini
Sceneggiatura/Screenplay: Ascanio Celestini
Interpreti/Actors: Ascanio Celestini (Nicola), Alba Rohrwacher (Sofia), Salvatore Striano (Sas?), Francesco De Miranda (Salvatore), Veronica Cruciani (Anna), Pietro Faiella (Abruzzese), Mario Sgueglia (Michele), Gianni D'Addario (Marino), Corrado Invernizzi (Concellino), Barbara Valmorin (madre di Nicola), Dora Romano (madre di Sas?), Mimmi Gunnarsson (la sposa americana)
Fotografia/Photography: Luca Bigazzi
Costumi/Costume Design: Loredana Buscemi
Scene/Scene Design: Massimiliano Sturiale
Montaggio/Editing: Cecilia Zanuso
Suono/Sound: Christophe Giovannoni
Produzione/Production: Malia, Aeternam Films, Les Films du Fleuve
Distribuzione/Distribution: Parthenos
censura: 110080 del 13-10-2015
Trama: Nicola passa il tempo bevendo e fingendo che stia smettendo di bere. Questa ? la storia sua e di tanti altri personaggi che incontra per un destino o per caso come in un road movie. Perci? ? anche la storia di Sabatino che truffa le assicurazioni provocando incidenti, ma un giorno ? ubriaco e l'incidente diventa mortale. Pure il Concellino vive truffando le assicurazioni, ma vuole fare carriera. ? la storia di Salvatore, figlio di Anna e forse anche di Nicola, ma Anna ? una prostituta e non lo sa chi ? il padre di suo figlio. Invece il padre di Nicola ? morto da tempo e lui se lo sogna ancora, la madre ? una donna piccola e prima di morire vorrebbe che suo figlio sposasse Sofia, che si chiama cos? perch? il padre avrebbe voluto che fosse come la Loren nel film di De Sica. Sofia dice che scappa in Spagna con l'amica. Lo dice, ma poi resta a Cinecitt?. ? la storia dell'Abruzzese che fa il carrozziere, ma anche il parcheggiatore notturno. ? da lui che si nasconde Anna dopo aver sparato al protettore. ? la storia di Sas? che una notte finir? peggio di tutti nella stanza di una questura di periferia. E poi ci sono le storie di Marino che non parla mai e della bambina ucraina e quella del tassista che riporta a casa Nicola, lo vede ubriaco e si fa pagare la corsa due volte. E in mezzo a tutte queste storie c'? quella dell'americana che gira l'Italia vestita da sposa. Un'Italia senza speranze, ma non disperata perch? il contrario della speranza certe volte non ? la disperazione, ma il fatalismo.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information