24 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il giocatore invisibile (2015)

Torna indietro

Il giocatore invisibile (2015)



Regia/Director: Stefano Alpini
Soggetto/Subject: da rom. di Giuseppe Pontiggia
Sceneggiatura/Screenplay: Giovanna Massimetti, Paolo Serbandini
Interpreti/Actors: Luca Lionello (prof. Nari), Sergio Albelli (prof. Daverio), Francesco Turbanti (Lorenzo), Ludovica Bizzaglia (Olivia), Guenda Goria (Anna Nari), Lorenzo Alessandri (prof. Salutati), Luciana Cipriani (Luisa Daverio), Federico Rosati (Andrea Ricci), David Riondino, Paolo Benvenuti
Fotografia/Photography: Antonio De Rosa
Musica/Music: Manfred Giampietro, Ian King
Montaggio/Editing: Marco Guelfi
Produzione/Production: Polis
censura: 109317 del 20-01-2015
Trama: Il Professor Stefano Nari, docente di letteratura italiana contemporanea, sta rientrando in Facolt? dopo un incontro amoroso con Olivia, una studentessa con cui ha una relazione. Lo attende una sgradevole sorpresa: Lorenzo, il suo assistente, gli mostra una lettera pubblicata sull'ultimo numero della rivista Ateneo. Un anonimo autore sferra un'accusa beffarda al professore accusandolo di essere incorso in un clamoroso errore nel suo elogio del tradimento: utilizzando il film di Jean Luc Godard, "Il disprezzo", come esempio positivo di tradimento del romanzo scritto da Alberto Moravia, si ? infatti dimenticato del "tradimento" a sua volta subito dal regista francese ad opera del produttore italiano (Carlo Ponti), rispetto al film originale uscito in Francia. Un errore banale per una persona "normale", non per un docente universitario affermato, rispettato, invidiato per la sua carriera, e temuto per il suo potere accademico. Da questo momento il Prof. Nari ? assalito da dubbi e sospetti: chi lo odia a tal punto da averlo colpito cos. subdolamente? Crolla il suo castello di certezze, mentre il sospetto si trasforma in ossessione, condizionandolo a tal punto da trascurare la sua giovane e generosa innamorata e non rendersi conto dell'inquietudine e dell'amarezza di sua moglie (Anna). Nari ha un solo obiettivo: scovare l'anonimo accusatore. Sa che si annida all'interno dell'Universit?, fra i suoi colleghi: cerca di interrogarli uno dopo l'altro, ma non ottiene altro che scoprirne le piccole bassezze, le invidie, i giochi di potere e le grandi ipocrisie. Qualcuno dei suoi colleghi gli sussurra il nome di qualche altro professore, ma sono "vicoli ciechi" che Nari percorre inutilmente. Mentre l'occupazione prosegue e gli studenti si confrontano sui temi legati alla riforma universitaria Nari scopre che sua moglie Anna lo tradisce con un suo ex studente, uno dei pi? capaci e promettenti, Andrea Ricci, amico di Linda, Federico e Lorenzo. Ed ? proprio a questo punto che il giallo sembra risolversi: il professor Daverio, "l'eterno secondo", persona idealista, innamorato da sempre di sua moglie Anna, con cui ha mantenuto una stretta ed ossessiva amicizia, si suicida. Molti pensano che sia lui l'autore della lettera anonima. Qualche giorno dopo, mentre Nari ? nel suo studio all'Universit?, qualcuno bussa alla sua porta: Lorenzo, il suo assistente gli consegna una lettera in cui gli comunica di aver vinto una borsa di studio per l'estero (Parigi) e che star? via per almeno un paio d'anni. Dopo un brevissimo saluto, Nari, rimasto solo, si alza stancamente, raggiunge la finestra, scosta la tendina e scorge in basso Lorenzo che attraversa il chiostro dell'Universit? insieme ai suo amici Federico e Linda, alzando lo sguardo incrocia quello del Segretario del Dipartimento che lo saluta con un sorriso ironico, quasi di sfida, deluso e stanco il Prof. Nari raccoglie le sue cose dalla scrivania ed esce tristemente dal suo studio.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information