34 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'esodo (2017)

Torna indietro

L'esodo (2017)



Regia/Director: Ciro Formisano
Soggetto/Subject: Ciro Formisano
Sceneggiatura/Screenplay: Ciro Formisano, Angelo Pastore
Interpreti/Actors: Daniela Poggi (Francesca), Kiara Tomaselli (Alice), Carlotta Bazzu (Mary), Alice Valente (vicina), Francesco Alvaro (ristoratore), Simone Destrero (Cesare), Ylenia Petrelli (cassiera), David Mastinu (barista), David White (Peter), Veronica Rega (Mirella), Martina Palmitesta (Olimpia), Fulvia Olivieri (Sara), Fabio Farronato (Giuliano), Ludovica Ruggeri (Mary bambina), Christian Marazziti (regista), Ilir Jacellari (Dardan), Cinzia Susino (Elena)
Fotografia/Photography: Candido Torchio
Musica/Music: Roberto Ulino, Riccardo Mirra
Costumi/Costume Design: Tiziana Tirabalza
Suono/Sound: Eleonora Torchio
Montaggio/Editing: Ciro Formisano
Produzione/Production: Stemo Production, Ciro Formisano
Distribuzione/Distribution: Stemo Productions
censura: 112575 del 23-10-2017
Trama: 2012. Anno del governo tecnico Monti. Francesca, 60enne, si ritrova improvvisamente nella condizione di esodata, e quindi senza alcun reddito. Anche con Mary, la nipote che vive con lei, la situazione precipita, proprio a causa del disprezzo che l'adolescente prova per la miseria in cui sono piombate. Non trovando alcuna soluzione, dopo aver bussato a numerose porte Francesca finisce a mendicare in Piazza della Repubblica a Roma. Le persone che attraversano quotidianamente la piazza rimangono colpite dalla sua immagine, così distinta e così lontana dallo stereotipo della mendicante. Francesca incarna la nuova povertà italiana. Tenendo la nipote all'oscuro di tutto, la donna riesce a superare l'imbarazzo dei primi giorni e a conoscere diverse persone incuriosite dalla sua condizione e frequentatori della piazza. Tra questi, il tedesco Peter, uno dei primi che riesce a strapparle un sorriso e con cui intraprende una tenera amicizia; un'irriverente zingara che cerca di cacciarla per difendere "la sua zona"; Cesare, un coatto dal fare misterioso ma affidabile, che tenta di infervorare l'animo della donna, aizzandola alla protesta. Le cose si complicano però, quando una giornalista le chiede di raccontarle la sua storia.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information