92 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Acab (2012)

Torna indietro

Gallery

Acab (2012)

A.C.A.B. All Cops Are Bastards



Regia/Director: Stefano Sollima
Soggetto/Subject: lib. isp. da om. opera letteraria
Sceneggiatura/Screenplay: Daniele Cesarano, Barbara Petronio, Leonardo Valenti
Interpreti/Actors: Pierfrancesco Favino (Cobra), Filippo Nigro (Negro), Marco Giallini (Mazinga), Andrea Sartoretti (Carletto), Domenico Diele (Adriano), Roberta Spagnuolo (Maria), Eugenio Mastrandrea (Giancarlo), Eradis Josende Oberto (Miriam)
Fotografia/Photography: Paolo Carnera
Musica/Music: Mokadelic
Costumi/Costume Design: Veronica Fragola
Scene/Scene Design: Paola Comencini
Suono/Sound: Gilberto Martinelli
Montaggio/Editing: Patrizio Marone
Produzione/Production: Cattleya, Fastfilm S.r.l., Babe Films, Rai Cinema
Distribuzione/Distribution: 01 Distribution
Vendite all'estero/Sales abroad: Elle Driver
censura: 104964 del 20-01-2012
Altri titoli: A.C.A.B. All Cops Are Bastards
Trama: Il film è tratto dall´omonimo romanzo di Carlo Bonini - edito in Italia da Einaudi -basato su una storia vera. “ACAB” è l´acronimo di "All cops are bastards" ("tutti i poliziotti sono bastardi") un motto che, partito dal movimento skinhead inglese degli anni Settanta, è diventato nel tempo un richiamo universale alla guerriglia nelle città, nelle strade, negli stadi. Cobra, Negro e Mazinga sono tre “celerini bastardi”. “Celerini”, così si sentono, più che poliziotti. Sulla loro pelle hanno imparato ad essere bersaglio perché vivono immersi nella violenza. In una violenza che diventa lo specchio deformante di una società esasperata, di un mondo governato dall’odio che ha perso le regole e che loro vogliono far rispettare anche con l’uso spregiudicato della forza. Nel momento forse più delicato delle loro esistenze, quando la vita privata arriva alla resa dei conti, incontrano “il futuro” in una giovane recluta, Adriano , appena aggregata al loro reparto. L’educazione di Adriano alla legalità, all’ordine, all’applicazione anche violenta della legge è la lente per raccontare il controverso “reparto mobile” con un inedito sguardo dall’interno, sullo sfondo dei più sconcertanti episodi di violenza urbana accaduti in Italia negli ultimi anni, dal G8 di Genova fino alla morte di Gabriele Sandri.
Sinopsys: The film is inspired by the book ACAB by Carlo Bonini – published in Italy by Giulio Einaudi Editore – which tells a true story. ACAB stands for « All Cops Are Bastards », a slogan first used in England in the 1970’s by skinheads and which quickly become a universal call to urban guerrillas, both in the stadiums and in the streets. Cobra, Nero and Mazinga are three “bastard riot cops” who, confronting violence on a daily basis, have learned to be targets. The violence in which they are immersed mirrors a chaotic society ruled by hate. Their only aim is to restore social order and make people respect rules, even if through the use of force. In the most difficult moment of their own private lives, they meet the young recruit Adriano, who’s just joined their unit and needs to be trained. Educating him on legality and order and even on violent law enforcement becomes a means to telling the stories of the controversial riot cops unit, as seen from the inside, set against the background of several of the most shocking episodes of urban violence in contemporary Italian society, from the death of a protestor at the G8 Summit in Genoa in 2001, to the death of a soccer fan, by a police officer’s gun, in 2007.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information