54 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'accabadora (2015)

Torna indietro

L'accabadora (2015)



Regia/Director: Enrico Pau
Soggetto/Subject: Enrico Pau, Igort, Antonia Iaccarino
Sceneggiatura/Screenplay: Antonia Iaccarino, Enrico Pau
Interpreti/Actors: Donatella Finocchiaro (Annetta), Barry Ward (Albert), Sara Serraiocco (Tecla), Anita Kravos (madre di Annetta), Carolina Crescentini (Alba)
Fotografia/Photography: Piers McGrail
Musica/Music: Stephen Rennicks
Costumi/Costume Design: Stefania Grilli
Scene/Scene Design: Marco Dentici
Montaggio/Editing: Johannes Hiroshi Nakajima, Andrea Lotta
Produzione/Production: Film Kairos, Mammoth Films
censura: 109835 del 01-07-2015
Trama: Annetta vive in un piccolo paese della Sardegna rurale, alla fine degli anni Trenta. E' una donna di circa trentacinque anni, sempre vestita di nero, solitaria e silenziosa, d'una bellezza di pietra tipica di queste zone arse. Questa donna custodisce un terribile segreto del passato e trascorre le sue lunghe giornate in compagnia di una vecchia sacca di pelle. Quando le sue dita sottili la aprono, scoprono una mazzola di legno, un vecchio cuscino, uno specchietto spaccato: sono gli strumenti con i quali Annetta d? la "buona morte" ai moribondi che la richiedano. Perch? lei, per tutti, ? l'Accabadora. Quando serve, qualcuno infila un biglietto sotto la porta della sua casa e Annetta prende la sacca e parte per svolgere con discrezione e sapienza il suo compito. Annetta entra nella casa del malato, non incontra mai nessuno, perch? tutti sfuggono al suo passaggio: la temono e la rispettano, hanno bisogno di lei, ma non la amano. Dopo aver con cura coperto tutte le immagini sacre presenti nella casa, Annetta compie il suo dovere, assestando un colpo alla tempia con la mazzola o soffocando il malato mentre gli tiene la testa tra le gambe, cantando dolcissime nenie simili a una ninnananna. Annetta per le genti dei villaggi ? un ruolo, non un essere umano: relegata ai margini eppure necessaria alla vita della comunit?, la sua esistenza appare motivata unicamente da quel ruolo tramandatole un tempo dalla nonna. Ma qualcosa d'imprevisto cambia la sua vita: Annetta viene chiamata a dare la morte a sua sorella. Lo fa, come sempre, ma si trova costretta a prendere con s? la giovane nipote, Tecla. Il rapporto con Tecla provocher? uno strappo irrimediabile, in seguito al quale Annetta perder? il suo ruolo sociale e la credibilit?, e sar? costretta a emigrare dal paese per trasferirsi in citt?. Cagliari ? grande, ? un mondo tutto diverso da affrontare. Annetta vi arriva nei giorni in cui l'Italia sta entrando in guerra. E cos. la Storia irrompe nella sua vita, che mai s'era svolta lontano dal paese. Privata del suo ruolo, ora ? una donna senza pi? radici, senza pi? un'identit?. Ma proprio ora che intorno a lei nessuno sa del suo passato, sgravata dell'antica responsabilit?, man mano desidera staccarsi dal suo passato legato alla morte, alla malattia, al dolore. Annetta scoprir? di poter essere una donna capace di provare una grande curiosit? per la vita, vivere il sentimento dell'amicizia e una forte passione erotica e sentimentale nei confronti di un medico. Ma la guerra e i bombardamenti incombono e il dolore e la morte si riaffacciano prepotentemente nella vita di Annetta. La donna, grazie al giovane medico ritrova la nipote perduta. Tecla ? viva, ma in ospedale: ? in coma. Annetta si trova davanti a una scelta radicale: riprendere i suoi antichi abiti di Accabadora, o concedersi di vivere la vita sperimentandone le possibilit?? E proprio quest'ultima la soluzione che infine sceglier?, con la maturit? di una donna finalmente pacificata e affrancata da un destino che pareva ineluttabile.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information