25 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La voce (2013)

Torna indietro

La voce (2013)



Regia/Director: Augusto Zucchi
Soggetto/Subject: Augusto Zucchi
Sceneggiatura/Screenplay: Augusto Zucchi
Interpreti/Actors: Rocco Papaleo, Franco Castellano, Mattia Sbragia, Augusto Fornari, Manuela Morabito, Riccardo Polizzi, Giulio Pampiglione, Emilio De Marchi, Dario D'Ambrosi, Diego Verdegiglio, Renato Campese, Franco Dolce, Francesco Reda, Selena Khoo, Giovanni Turco, Giuseppe Oppedisano, Anna Maria Petrova, Emanuele De Simone, Enzo De Liguoro, Alessandro Parise
Fotografia/Photography: Aldo Di Marcantonio, Fabio Delle Fratte
Musica/Music: Stefano Conti, Luciano Francisci
Costumi/Costume Design: Agostino Varchi, Susanna Ferrando
Scene/Scene Design: Stefano Bulgarelli, Erminia Palmieri, Fabio Vitale
Suono/Sound: Michele Taranto, Davide Gaudenzi
Montaggio/Editing: Eliana Consoni
Produzione/Production: Blackout Entertainment
censura: 107103 del 11-03-2013
Trama: In compagnia di una escort muore d'infarto un ministro che il giorno dopo avrebbe dovuto ratificare una concessione d'appalto a cui è direttamente interessato un funzionario dei servizi segreti . Il funzionario corrotto ricorda d'aver conosciuto un artista straordinario nell'imitare le voci e decide di usarlo per fare alcune telefonate con la voce del Ministro appena deceduto per dare incarico al sottosegretario di concludere l' operazione. Come convincere l'imitatore? Viene a sapere che l'artista, evidentemente affetto da alcuni disturbi psichici, era stato in cura da uno psicanalista al quale era molto legato che a sua volta, al momento dei fatti, si trova in carcere accusato di plagio. Lo va a trovare in carcere e in cambio del suo intervento di persuasione nei confronti del suo ex paziente gli offre la possibilità di vedere ridotta la sua pena. Lo psicanalista riesce a convincere l'imitatore a fare le telefonate. Ma dopo le prime telefonate, perfettamente riuscite, il funzionario dei Servizi cerca di coinvolgere l'artista a farne altre legate ad alcune "operazioni" illecite, in cambio di una carriera artistica sempre più allettante. Lo psicanalista si presta a fare da intermediario, fino a che entrambi, imitatore e Professore si trovano coinvolti in un giro molto pericoloso. Quando l'imitatore si rende conto di essere stato, sia pure involontario, complice di alcuni omicidi cerca di uscire dalla trappola ma è troppo tardi. Decide allora di denunciare tutto e tutti nel corso di una diretta televisiva, imitando le voci dei personaggi coinvolti ma non è creduto. La sua già precaria salute mentale vacilla, viene ricoverato in crisi depressiva in ospedale dove viene indotto dallo stesso Psicanalista a suicidarsi. Dopo due anni, la figlia dell'imitatore decide di far visita al Professore che aveva avuto in cura il padre per scoprire la verità su quel suicidio. La verità viene fuori e un'inchiesta sulla morte del ministro e gli altri omicidi verrà finalmente aperta.
Sinopsys: Against a backdrop of mystery and deceit, a highly skilled and troubled impersonator is hired by the Italian Secret Service to make a few phone calls in the voice of a governmental minister who has died of a heart attack. The first successful call is followed by other, increasingly compromising and dangerous calls, building up to a tragic and inevitable conclusion.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information