51 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Smile Factor (2017)

Torna indietro

Smile Factor (2017)



Regia/Director: Igor Biddau
Soggetto/Subject: Gaetano Gennai
Sceneggiatura/Screenplay: Gaetano Gennai
Interpreti/Actors: Gaetano Gennai, Katia Beni, Niki Giustini, Graziano Salvadori, Carlo Conti, Massimo Ceccherini
Fotografia/Photography: Matteo Castelli
Musica/Music: Pinuccio Pirazzoli
Costumi/Costume Design: Electra Del Gaudio
Montaggio/Editing: Yure Vuletic'
Suono/Sound: Saverio Damiani, Lorenzo Cardelli
Produzione/Production: Firenze Produzioni, Time
censura: 112054 del 20-04-2017
Trama: l mondo dello spettacolo piange l'improvvisa e prematura scomparsa di Carlo Conti, noto conduttore televisivo, e al suo funerale non manca nessuno, soprattutto il folto gruppo dei suoi comici. Davanti a un notaio si apre l'eredità spirituale del presentatore e Gaetano Gennai, Katia Beni, Graziano Salvadori e Niki Giustini dovranno portare avanti una televisione privata di Gori Cecchi e vengono investiti della responsabilità di lanciare un programma in prima serata dal nome "Smile Factor", ovvero il Fattore Comicità! Iniziano i provini e si alternano comici bravi a comici meno bravi assieme a molti personaggi improvvisati, sorprendenti e a dir poco bislacchi! In parallelo si cerca, sempre tramite casting, una ragazza per fare la conduzione dietro il palco. I nostri quattro moschettieri, meglio quattro giurati, faticano per trovare i Fantastici Sedici che dovranno battersi in una secca serata per aggiudicarsi il trofeo. Mentre accade tutto ci., dietro le quinte si scopre come a volte procede il dorato mondo della televisione. Arrivano tentativi di raccomandazioni, a volte un po' goffe, da parte di personaggi della mala, da parte di politici troppo interessati alle grazie di qualche artista, da una serie di personaggi assai potenti e conosciuti, tutti curiosamente e trasversalmente interessati a un unico comico, per arrivare a fidanzate procaci pronte a concedersi per avverare il sogno del proprio uomo, comico improbabile e non a pieno degno del loro sacrificio. Le selezioni vanno avanti tra mille curiosità e situazioni comiche per arrivare al momento topico della serata televisiva. I sedici comici si alternano sul palco, suddivisi in quattro puntate e vengono votati dai quattro giurati per votare l'unico che di quattro passerà al prossimo turno e piano piano si scoprono alcuni scheletri nei loro armadi. Katia Beni è beccata spesso in compagnia di un bel ragazzo molto più giovane di lei, per il quale lei mostra nascostamente gesti di vero amore. Graziano Salvadori spesso salta riunioni, a volte riceve telefonate e sparisce, altre ritarda arrivando sconvolto. Tutti pensano che sia divorato dalle donne. Niki Giustini è rincorso da mariti gelosi e, assai peggio da belle donne con la foto di bambini che esse asseriscono essere figli suoi e che gli assomigliano indiscutibilmente. Cos. intrecciando si arriva all'inserimento di ospiti di riguardo per il panorama della comicità toscana, arricchendo l'evento che si mostra cos. sempre più interessante. La conduttrice dietro al palco non risparmia gaffes e continua a non capire le barzellette, a volte un po' colorite che Gaetano somministra nelle pause, con il suo personaggio a metà strada dal miglior Fellini e il peggior Brass. Ogni tanto si scorge un telecomando che fa zapping soffermandosi sulle immagini delle puntate di "Smile Factor"…e poi riparte. Dopo quattro puntate che smaltiscono i sedici comici, si prosegue con la puntata di semifinale per ridurre i sopravvissuti a quattro e con i quattro finalisti si procede alla puntata regina, ricca di ospiti e di battute che incoroneranno un solo vincitore. Fine del programma, grande escalation di ascolti, congratulazioni e complimenti per tutti e proprio durante il festeggiamento di questo grande risultato arriva sul cellulare di Gaetano una chiamata e sul display appare il nome di Carlo. Improvvisamente cala un silenzio di tomba. Gaetano risponde a metà tra il terrore e l'aspettarsi uno scherzo, ma dall'altra parte è proprio Carlo che ammette di avere escogitato il tutto per potersi finalmente riposare una stagione e si mostra molto soddisfatto del risultato visto in tv, salvo poi commentare a telefono spento "Non c'è niente da fare… senza di me sono tutti allo sbando".

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information