45 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Bianca come il latte rossa come il sangue (2013)

Torna indietro

Gallery

Bianca come il latte rossa come il sangue (2013)

As White as Milk



Regia/Director: Giacomo Campiotti
Soggetto/Subject: Fabio Bonifacci, Alessandro D'Avenia, da rom. di A.D'Avenia
Sceneggiatura/Screenplay: Fabio Bonifacci, Alessandro D'Avenia
Interpreti/Actors: Luca Argentero (il professore), Filippo Scicchitano (Leo), Aurora Ruffino (Silvia), Gaia Weiss (Beatrice), Romolo Guerreri (Niko), Gabriele Maggio (Proteina), Roberto Salussoglia (Big Mac), Pasquale Salerno (Jack), Michele Codognesi (Sparrow), Flavio Insinna (padre Leo), Cecilia Dazzi (madre Leo), Ilaria Ingenito (Betta), Eugenio Franceschini (Vandalo), Valerie Sibilia (madre Beatrice)
Fotografia/Photography: Fabrizio Lucci
Musica/Music: Andrea Guerra
Costumi/Costume Design: Gemma Mascagni
Scene/Scene Design: Paola Bizzarri
Montaggio/Editing: Alessio Doglione
Suono/Sound: Mirko Guerra
Produzione/Production: Lux Vide S.p.A.
Distribuzione/Distribution: 01 Distribution
Vendite all'estero/Sales abroad: Rai Trade
censura: 107203 del 28-03-2013
Altri titoli: As White as Milk
Trama: Leo ha sedici anni, per lui la vita ha solo due colori: il Bianco e il Rosso. Non si pettina mai, gioca a calcetto, ascolta musica a tutto volume, così non si pensa. Detesta fare i compiti ma se ne frega perché sa che li copierà. La scuola è bella ma solo al pomeriggio, quando i prof non ci sono. Il Bianco è il vuoto assoluto, il silenzio, la noia e fa paura. Da evitare. Il Rosso è il sangue che pulsa nelle vene prima di una partita, è il colore dei capelli di Beatrice, la ragazza dei suoi sogni. Da rincorrere. Farebbe qualunque cosa per lei perché è innamorato, innamorato pazzo di Beatrice. Anche se lei ancora non lo sa. Quando finalmente trova il coraggio di avvicinarsi alla ragazza, scopre che Beatrice sta attraversando un grande dolore. Di fronte alla sua sofferenza, Leo si trova a crescere e fare delle scelte intorno al suo mondo che lo guarda e lo incoraggia: i genitori, i compagni, un professore davvero "speciale". E poi c'è Silvia, l'amica di sempre, la confidente fedele di ogni suo segreto…
Sinopsys: Leo is a simple sixteen year old boy: he loves chatting with friends, playing soccer, riding on a scooter and lives in perfect harmony with his iPod. The hours spent in school are a torture, the professors "a protected species that i hope is extinguished permanently." Thus, when a new professor of history and philosophy arrives, he is preparing to welcome him with cynicism. But this young teacher is different: the light shines in the eyes when he speaks, when he encourages students to live intensely, to seek their dream. Leo feels within himself the strength of a lion, but there is an enemy that terrifies him: white colour. White is the absence, everything in his life that is about the deprivation and loss is white. The red, on the other hand, is the color of love, passion, blood, red is the color of the hair of Beatrice. Because Leo's got a dream and is called Beatrice, although she still does not know. Leo also has a reality, closer, and, like all real relationships, more difficult to aperceive: Silvia, his reliable and serene friend. When he discovers that Beatrice is sick and that the disease has to do with that "white" that frightens him so much, Leo will have to dig deep within himself, bleed and reborn, to understand that dreams can not die and find the courage to believe in something bigger.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information