28 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Vogliamo anche le rose (2007)

Torna indietro

Vogliamo anche le rose (2007)

We Want Rose Too



Regia/Director: Alina Marazzi
Soggetto/Subject: Alina Marazzi
Sceneggiatura/Screenplay: Alina Marazzi
Fotografia/Photography: Mario Masini
Musica/Music: Ronin
Montaggio/Editing: Ilaria Fraioli
Produzione/Production: MIR Cinematografica S.r.l., Ventura Film, Rai Cinema, Aamod, Fox International Channels Italy, RTSI - Radio Televisione Svizzera Italiana
Distribuzione/Distribution: Mikado Film
Vendite all'estero/Sales abroad: Media Luna New Film, Women Make Movies
censura: 101288 del 29-11-2007
Altri titoli: We Want Rose Too
Trama: Vogliamo anche le rose racconta il profondo cambiamento portato dalla liberazione sessuale e dal movimento femminista in Italia a cavallo tra gli anni sessanta e settanta. Il film si propone di raccontare fatti della Storia recente con l'originalità di uno sguardo 'al femminile' su vicende che videro protagoniste proprio le donne. Viene messa in secondo piano una presunta oggettività dei fatti a favore di un concerto di voci che raccontano quelle vicende in prima persona, intersecando la visione di quanto accadeva in quegli anni come risulta dagli archivi filmati dell'epoca, provenienti dalle fonti più diverse: istituzionali, pubbliche, militanti, private. Le storie, vere ed esemplari, riportate nei diari privati di tre giovani donne mostrano le ragioni più intime e personali che stanno alla base di questa rivoluzione sociale, dalla presa di coscienza della condizione femminile alla messa in discussione del primato maschile, fino a una radicale revisione del rapporto uomo-donna.
Sinopsys: We want rose too aims to portray the deep change brought on by the sexual revolution and the feminist movement in Italy during the 1960s and 1970s. The film looks again at recent events from a female point of view, through the first-hand accounts provided by the diaries of three women. Rather than focus on the alleged objectivity of facts, the film gives space to a chorus of voices that narrate those events in first person, visually supported by archival footage of the period, drawn from the most varied sources - institutional, public, militant and private. The true stories told in the diaries of three young women are characteristic of the period in that they reveal the more intimate and personal reasons behind this social revolution, from their growing awareness of the condition of women, to their questioning of male supremacy, all the way to their need for a radical change in gender relations.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information