1143 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Sanguepazzo (2008)

Torna indietro

Sanguepazzo (2008)



Regia/Director: Marco Tullio Giordana
Soggetto/Subject: Marco Tullio Giordana
Sceneggiatura/Screenplay: Marco Tullio Giordana, Leone Colonna, Enzo Ungari
Interpreti/Actors: Monica Bellucci, Luca Zingaretti, Alessio Boni, Maurizio Donadoni, Giovanni Visentin, Luigi Diberti, Paolo Bonanni, Mattia Sbragia, Lavinia Longhi, Marina Rocco, Tresy Taddei, Giberto Arrivabene, Manrico Gammarota, Aurora Quattrocchi, Stefano Scandaletti, Mohammed Haden Sheik, Lorenzo Acquaviva, Gianni Bissaca, Alessandro Di Natale, Massimo Sarchielli, Sonia Bergamasco, Luigi Lo Cascio, Marco Paolini
Fotografia/Photography: Roberto Forza
Musica/Music: Franco Piersanti
Costumi/Costume Design: Maria Rita Barbera
Scene/Scene Design: Giancarlo Basili
Montaggio/Editing: Roberto Missiroli
Suono/Sound: Fulgenzio Ceccon
Produzione/Production: Bibi Film TV, Paradis Films, Paris, Orly Films, Paris, Rai Fiction, Rai Cinema, Canal +
Distribuzione/Distribution: 01 Distribution
Vendite all'estero/Sales abroad: Wild Bunch
censura: 101738 del 19-05-2008
Trama: L’alba del 30 aprile 1945, cinque giorni dopo la fine della guerra, vennero trovati alla periferia di Milano i cadaveri di Osvaldo Valenti e Luisa Ferida, giustiziati poche ore prima dai partigiani. Così calò il sipario su quei due attori dal talento innegabile; Valenti nel ruolo del villain astuto e crudele, Ferida in quello della donna perduta. Chissà che alle dicerie che li rovinarono non abbiano contribuito proprio i film che ne negli anni d’oro ne avevano costruito la leggenda, proprio quei personaggi riprovevoli tante volte incarnati sullo schermo.
Sinopsys: At dawn of 30 April 1945, five days after the end of the war, the bodies of Osvaldo Valenti and Luisa Ferida, executed just a few hours earlier by Italian partisans, are found on the outskirts of Milan. The curtain has fallen on two actors of undeniable talent: Valenti in the role of the cruel and worldly villain, Ferida as the lost woman. Perhaps the rumours that led to their ruin were fuelled by the very films that made them legends in their heyday, when they brought to life so many despicable characters on the screen.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information