2235 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La strana storia di Olga O. (1995)

Torna indietro

La strana storia di Olga O. (1995)

Olga O's strange story



Regia/Director: Antonio Bonifacio
Soggetto/Subject: Ernesto Gastaldi
Sceneggiatura/Screenplay: Daniele Stroppa, Maria Cociani
Interpreti/Actors: Serena Grandi, Stéphane Ferrara, Daniela Poggi, David Brandon, Dobromir Manev, Fabrizia Flanders, Slava Penceva, Letizia Raco, Annamaria Petrova, Florinda Bolkan (Sheila)
Fotografia/Photography: Luigi Kuveiller
Musica/Music: Marco Rossetti
Costumi/Costume Design: Patrizia Scarfagna
Scene/Scene Design: Maurizio Leonardi
Montaggio/Editing: Adriano Tagliavia
Suono/Sound: Silvia Angioli
Produzione/Production: Real Film
censura: 90338 del 22-08-1995
Altri titoli: Olga O's strange story
Trama: Olga, una donna in crisi con il marito Paolo, cerca di guarire dalla depressione e da alcuni traumi legati all'infanzia ricorrendo alle cure di Carlo, uno psicologo, amico di famiglia. La sua vicenda si tingerà di giallo: su consiglio di Paolo, Olga ritorna nella città in cui e nata, frequenta gli amici di un tempo, come Sheila e Isabelle che si esibisce, insieme con Tony e Stefan, al "Blue Parrot" ii locale dove anche Olga, da ragazza, lavorava. Proprio in questa città riesplodono gli incubi di Olga: la donna si sente inseguita da un oscuro personaggio, Emil, che le fa anche terribili telefonate anonime. Il sogno si mescola alla realtà: Olga non capisce se quelle minacce sono il frutto della sua mente malata oppure se sono reali. Solo un ispettore, Michael, le presta fiducia. Tra i due scoppia anche la passione: Olga riscopre con lui emozioni che con Paolo sembravano finite per sempre. Intanto le indagini proseguono: Michael sta per incastrare Emil, quando questi viene trovato misteriosamente ucciso nel suo monolocale. E accanto al cadavere, l'ispettore trova Olga, svenuta. Sarà l'inizio di una serie di sconvolgenti colpi di scena.
Sinopsys: In an attempt to overcome a state of depression related to her traumatic childhood and unhappy marriage to Paolo, Olga seeks help from Carlo, a psychologist and family friend. But her efforts to regain her equilibrium assume mysterious overtones. Acting on Carl's advice, she returns to the city she was born in and begins to see old friends again. Among them are Sheila and Isabelle. Together with Tony and Stefan, Isabelle performs at the "Blue Parrot", the club where Olga also worked as a young girl. Back in her hometown, the nightmares of Olga's begin to resurface. She feels she is being pursued by Emil, a shadowy character who makes disturbing anonymous telephone calls to her. Dreams and reality begin to be indistinguishable. Olga is soon unable to determine whether the threats are something real or the fruit of her afflicted mind. Only Michael, a police inspector inspires her trust. A passionate relationship develops between them in which Olga rediscovers the emotions she thought were lost forever with Paolo. Meanwhile the investigation proceeds. Michael is close to cornering Emil when the suspect is mysteriously found murdered in his small apartment. Alongside his body, the inspector finds Olga, unconscious. The discovery gives rise to a dramatic series of revelations.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information