2245 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Esperando al Mesías [Aspettando il Messia] (2001)

Torna indietro

Esperando al Mesías [Aspettando il Messia] (2001)

Waiting for the Messiah



Regia/Director: Daniel Burman
Soggetto/Subject: Daniel Burman
Sceneggiatura/Screenplay: Daniel Burman
Interpreti/Actors: Daniel Hendler (Ariel), Stefania Sandrelli (Elsa), Chiara Caselli (Laura), Enrique Piñeyro (Santamarìa), Hèctor Alterio (Simòn), Melina Petriella, Imanol Arias, Gabriella Acher, Dolores Fonzi, Edda Bustamante
Fotografia/Photography: Ramiro Civita
Musica/Music: César Lerner, Marcelo Moguilecsky, Andrea Guerra
Costumi/Costume Design: Alejandra Tomas
Scene/Scene Design: Paula Taratutto
Montaggio/Editing: Verònica Chen, Jacopo Quadri
Suono/Sound: Martìn Grignaschi
Produzione/Production: Classic, Rai Cinema, Astrolabio Produciones, Burman Dubcovski Cine, Buenos Aires
Distribuzione/Distribution: Classic S.r.l.
Vendite all'estero/Sales abroad: Adriana Chiesa Enterprises
censura: 95516 del 22-06-2001
Altri titoli: Aspettando il Messia, Waiting for the Messiah, Waiting for the Messiah
Trama: Ariel esiste. E ha deciso che non se ne può più. Basta con il Natale senza albero, il Club Ebraico, la cena dello Shabat con i nonni, il Tempio e i libri sacri. Vuole andar via, lontano dall'"Estrela de Simon", il ristorante di cibi ebraici che gestisce insieme a suo padre e ad Estela, la donna che deve essere sua moglie. La mamma non c' è più, e da allora il mondo sembra non avere più confini. Prima di partire lei gli ha regalato una video-camera, trasmettendogli così la memoria della famiglia. Ma molto di più di questo. Lei gli aveva inoculato il seme della libertà. Da allora, Ariel è diventato il cronista degli avvenimenti comunitari. E le cose sembrano molto diverse da dietro un obiettivo. Sicuro delle sue origini, comincia a dubitare del suo destino. Allora, lascia il ristorante e trova lavoro come montatore notturno in un canale televisivo via cavo. Ma suo padre Simon non rimane da solo. Estela prende il posto di sua madre e comincia così una nuova tappa all'"Estrela de Simon", sotto la guida della sua voce meravigliosa e del Karaoke di canzoni ebraiche che rivoluziona la comunità. Nel suo nuovo lavoro Ariel incontra Laura. Laura esiste e condivide con lui una notte a settimana di montaggio. Lei, che ha dieci anni più di lui, è cristiana e, a volte, gay. La donna perfetta per costruire un amore impossibile. I due girano un documentario per la televisione, un programma speciale di Natale basato sulle storie di Santamaria. Anche Santamaria esiste. E' un personaggio marginale che vive nelle strade di Buenos Aires. Impiegato di banca, dopo aver passato 20 anni alla cassa a contare le banconote altrui, viene messo alla porta a seguito del fallimento della banca causato dal crollo della Borsa di Tokyo. Santamaria, per strada, trova un nuovo lavoro. Seguendo dei borseggiatori, scopre un percorso segreto tra i bidoni delle immondizie e gli angoli dove i ladri lasciano i loro scarti: borse strappate, carte d' identità e passaporti. Santamaria riconsegna l'identità a chi l'ha perduta. Le ricompense del suo lavoro sono poco cosa, ma gli consentono la sopravvivenza e la conoscenza del mondo. Fino al momento in cui qualcuno della sua vita precedente lo riconosce e lo riporta al mondo. Mentre Laura ed Ariel seguono Santamaria, giorno dopo giorno, nella settimana che precede la festa di Natale è Januca, una festa ebraica la cui durata si misura ogni giorno accendendo una candela, fino ad arrivare a otto. Ariel non c'è e il canto di Estela lo reclama. Laura aspetta suo padre che, dal suo esilio europeo, promette di ritornare per Natale, dopo quindici anni. Lei allora dubita che la presenza di Any -la donna con la quale fa l'amore la notte- sia opportuna in occasione dell'arrivo del padre. Ariel prende volentieri il posto di Any e i due costruiscono insieme il simulacro della coppia che uno si aspetta. Ed esiste anche Elsa, che sorveglia i bagni della stazione centrale e che resiste al processo di privatizzazione che lascia il luogo senza passeggeri e senza treni . Ma lei resiste, vestita di un'uniforme rosa pallido, dal tavolinetto che occupa nei bagni, aspetta che le donne ritornino a sistemarsi le gonne e a parlare delle loro confidenze. Nel frattempo, permette di usare i suoi servizi sanitari a Santamaria, che cerca in tutti i modi di convincerla ad unire le loro miserie. Finalmente arriva Natale, e alla stazione centrale si prepara la festa. E' anche l'ultima candela di Januca e all'Estrela de Simon, una sedia attende. E ancora non è arrivato il Messia.
Sinopsys: Ariel has decided that enough is enough. No more Christmas without trees, no more Hebrew Club meetings, no more Shabat dinners at his grandparents', no more temple and no more sacred books. He wants to get out there, away from the Jewish snack bar he runs with his father and Estela, the woman who "has to be his". He leaves the family business and gets a night job as an editor at a Cable TV station. In his new job Ariel meets Laura. She is ten years older, from a Christian background and she is bisexual. The perfect woman for an impossible love. Laura and Ariel undertake a project for a TV documentary based on Santamaria, a marginal who lives on the streets of Buenos Aires. A teller who after twenty years of being employed was fired when the bank went bankrupt. Everybody blamed the fall of the Tokyo Stock Exchange for it. Santamaria finds a new job in the street: following pickpockets and street robbers, looking for handbags and purses thrown as leftovers but still containing IDs, passports, photos, remembrances. And, finally, there is also Elsa, a loner who guards the restrooms at the central station, left with neither trains nor passengers by the privatization process. She hangs out there, reluctant to leave, standing behind a small table at the ladies room. Elsa and Santamaria share a friendship: she allows him to use the shower, and he tries to convince her that love is their only hope. Finally it is Christmas Eve and at the central station they are getting ready to celebrate.The last Hanukah candle is lit. And the Messiah is yet to come.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information