1383 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Le stagioni dell'aquila (1997)

Torna indietro

Le stagioni dell'aquila (1997)

The Era of the Eagle



Regia/Director: Giuliano Montaldo
Sceneggiatura/Screenplay: Emesto Guido Laura
Interpreti/Actors: Riccardo Mei (voce narrante)
Fotografia/Photography: Elio Bisignani
Montaggio/Editing: Anna Napoli, Angela Monfortese
Produzione/Production: Istituto Luce
Distribuzione/Distribution: Istituto Luce S.p.A.
censura: 92289 del 30-12-1997
Altri titoli: The Era of the Eagle
Trama: Nell'Archivio Storico dell'Istituto Luce è conservata la memoria audiovisiva di una parte consistente della storia italiana contemporanea. Giuliano Montaldo ha esplorato, in compagnia dello storico e documentarista Ernesto G. Laura questo Archivio, composto da cinegiornali e documentari d'epoca. L'ipotesi di partenza era raccontare la settantennale attività dell'Istituto Luce, fondato nel 1924 per promuovere il documentario didattico e scientifico. L'Istituto Luce era di fatto diventato l'occhio del "regime" e lo specchio personale di Mussolini; in esso si doveva riflettere l'immagine del fascismo secondo le aspettative e i desideri del suo fondatore. Da questa ricerca è nato un film di montaggio, un sapiente assemblaggio di grande fascino visivo. Nell'atto di raccontare le varie stagioni di una società di produzione cinematografica, finisce inevitabilmente per narrare le vicende, gioiose o tristi, del nostro mondo di ieri.
Sinopsys: In the historic archives of the Istituto Luce is conserved the audio-visula memory of a solid part of our contemporary Italian history. Giuliano Montaldo has rummaged through this archive, composed of newsreels and documentaries of another age, accompanied on his exploration by Ernesto G. Laura, historian and documentary filmaker. The departure thesis was to recount the seventy years of activity of Istituto Luce, founded in 1924 to promote the educational and scientific documentary, but which became, in fact, the 'eye of the regime', and the personal mirror of Mussolini, where the image of fascism was to be reflected according to the expectations and desires of its founder. From this research has come an expert assemblage of enormous visual fascination. The picture production organization, inevitably ends up narrating the vicissitudes, both joyous and sad, of our world of yesterday.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information