1197 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Ardena (1997)

Torna indietro

Ardena (1997)



Regia/Director: Luca Barbareschi
Soggetto/Subject: Anna Samueli, Luca Barbareschi
Sceneggiatura/Screenplay: Anna Samueli, Luca Barbareschi
Interpreti/Actors: Roberto Alighieri (Augusto Magnaghi), Francesca Antonelli (Rosy, la cameriera), Luca Barbareschi (Saverio), Isa Barzizza (nonna Eleonora), Giampiero Bianchi (Gino, marito di Annalisa), Arnoldo Foà (nonno Rosolino), Lucrezia Lante Della Rovere (Virginia, madre di Andrea), Enrica Maria Modugno (Nuccia), Chiara Noschese (Annalisa), Pedro Sarubbi (Enzo, marito di Nuccia), Aiace Tugnoli (Andrea), Noemi Garramone (Carolina), Alessandro Cucaro (Nanco), Filippo De Fazio (Sandro), Elia Mendola (Tato), Francesco Negrisolo (Oscar), Marghuerite Sikabonnyi (Erika), Arianna Bassi (Cinzia), Barbara De Falco (Lulù), Annamaria Mentuccia (Silvia), Sara Martinelli (altra ragazza), Riccardo Baroni (Amleto), Federico Baroni (Othelo), Andros Moccia (Mattia), Andrea Sartor (amico Andrea), Daniele Romita (ragazzo Rosy), Franco Mescolini (Furio), Marco Sciaccaluga (medico)
Fotografia/Photography: Stefano Morcaldo
Musica/Music: Peppino D'Agostino
Costumi/Costume Design: Elisabetta Montaldo
Scene/Scene Design: Gianni Quaranta
Montaggio/Editing: Osvaldo Bargero
Suono/Sound: Tullio Morganti, Antonio Barba, Giacomo De Caterini
Produzione/Production: Casanova, Medusa Film
Distribuzione/Distribution: Medusa Film S.p.A.
censura: 91496 del 14-02-1997
Trama: 1969, estate. Andrea, tredici anni, lascia Milano per trasferirsi, come sempre, con la sua famiglia in un paese arroccato sulle colline intorno a un grande lago. È uno di quei luoghi dell'infanzia che entrano a far parte di noi stessi, sempre uguali e sempre rassicuranti. La famiglia di Andrea è numerosa: due coppie di zii, diversi cugini, una madre affascinante e insoddisfatta, un padre troppo esuberante, un nonno e soprattutto una nonna, la matriarca nonna Lea, che scrive poesie, parla con gli alberi e con il ricordo del suo primo amore. Sullo sfondo di questa estate la tensione politica e sociale dell'Italia, le canzoni dei Giganti, dei Dik Dik, l'emozione dell'allunaggio e il mito di Woodstock. Tra scoperte, delusioni, primi baci e dolori, Andrea viene costretto a crescere, a lasciare una volta per tutte la culla protetta dell'infanzia, con le sue illusioni e le sue piccole magie.
Sinopsys: Summer, 1969. As always, thirteen-year-old Andrea leaves Milan with his family for their house on a hill next to a large lake. It is one of those childhood places that become a part of us, always the same and always reassuring. Andrea's family is large: two sets of aunts and uncles, a number of cousins, his attractive but unsatisfied mother, his father who is too exuberant, his grandfather and above all his grandmother, the matriarch Granny Lea, who writes poetry, talks to the trees and to the memory of her first love. As a background to this summer, we have the political and social tension in Italy, the songs by the 'Giganti' and the 'Dik Dik', the excitement of the moon landing and the myth of Woodstock. In this atmosphere of discovery, disappointment, the first kisses and heartaches, Andrea is forced to grow up, to leave the protective nursery of childhood, with its illusions and magic.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information