1053 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Cous Cous (1996)

Torna indietro

Cous Cous (1996)



Regia/Director: Umberto Spinazzola
Soggetto/Subject: Umberto Spinazzola, Eraldo Taliano
Sceneggiatura/Screenplay: Umberto Spinazzola, Eraldo Taliano
Interpreti/Actors: Evie Garrat (Eveline), Charmaine Sinclair (Gloria), Edoardo Di Mauro (Edo), Philippe Leroy (Isaia), Toni Bertorelli (Frankie), Malya Woolf (Teresa), Olga Lowe (Rebecca), Yoshiki Sekino (Yoshi), Tuan Hong (Antuan), Albert Lee (Albert), Paolo Serazzi (Paul), Luciano Bosia (Willy), Maria Serazzi, Sergio Troiano, Valter Rolle, Michele Minerva, Rosanna Felletti, Stefano Belviglieri, Paola Caravaggi, Ginger Brew, Marina De Sousa, Maurizio Giraudi, Ermanno Voido, Cesare Burdese, Marco Rigoni, Franco Gaiotti, Dick Mazzanti, Gilda Postiglione, Sergio Bevione, Roberto Canu, Senzio Grazi, Marco Isaia, Alberto Marsico, Giancarmine Mauro, Enzo Morello, Carlo Musso, Carlo Nosenzo, Francesco Partipilo, Giancarlo Valieri
Fotografia/Photography: Claudio Meloni
Musica/Music: Paolo Serazzi, Davide Boario
Costumi/Costume Design: Vera Castrovilli
Scene/Scene Design: Eraldo Taliano
Suono/Sound: Mario Iaquone
Montaggio/Editing: Anna Napoli
Produzione/Production: Barter
Distribuzione/Distribution: Italian International Film
censura: 90906 del 22-05-1996
Trama: Una band di acid jazz, tre giovanissimi giapponesi, un rapper, un robotico tecnico del suono e una splendida show girl mulatta; una nonna settantenne dall'energia inesauribile; un amore passato che riappare nelle vesti di un dolce e stravagante "deus ex machina"; la ricerca costante di un luogo dove suonare, una "zona francar dove poter finalmente dedicarsi alla passione di una vita: la musica. Questo è "Cous Cous", film che si allontana dai soliti temi per abbracciare il mondo a tempo di musica l'unica, vera forza unificatrice di età e razze diverse e ipotetica "Linea di confine" tra "buoni" e "cattivi". Intorno a "Cous Cous" un mondo variegato, multirazziale, colorato ed intenso. Dentro "Cous Cous" la musica e i suoi generi: acid jazz, rap, tecno, worid, jazz, swing, bepop, arabian, blues, indi rap, rockabilly
Sinopsys: An acid-jazz band, three young Japanese kids, a rapper, a robot-like sound technician, a beautiful black dancer and an inexhaustible seventy-year-old grandmother. A love affair from the past that is reborn in the form of a sweet, extravagant "deus ex machina", the constant search for a place to play, a free zone in which the passion for music can be pursued. All these things make up "Cous cous", a film which strays far away from customary themes to embrace the world and rhythms of music, perhaps the only real force capable of uniting different ages and races and of eliminating the boundaries separating the good from the bad. The world of "Cous Cous" is a richly varied one; multiracial, colorful and intense. Within that world are countless different music styles, from add jazz and rap to traditional jazz and swing; techno and worddbeat to bepop blues, indie rap, Arabian and rockabilly.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information