1378 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Cronache del terzo millennio (1997)

Torna indietro

Cronache del terzo millennio (1997)

Next Millenium Stories



Regia/Director: Francesco Maselli
Soggetto/Subject: Francesco Maselli
Sceneggiatura/Screenplay: Francesco Maselli
Interpreti/Actors: Sara Altieri, Maria Asiride, Luciano Bartoli, Marco Brancato, Laurence Bruffaerts, Luca Cantilena, Lorenzo Cantorio, Annarita Chierici, Armando De Ceccon, Silvia De Luca, Silvia De Santis, Silvia Degli Espinosa, Giovanna Di Rauso, Valentina Emeri, Giacomo Ferri, Mariangela Fremura, Giorgio Gobbi, Nunzia Greco, Ernesto Lama, Filippo Lodoli, Virginia Martini, Eleonora Mazzoni, Manuela Morabito, Giuseppe Moretti, Raffaella Offidani, Marco Paoli, Vincenzo Preziosa, Paco Reconti, Giovanna Revere, Rinaldo Rocco, Bruna Rossi, Renzo Rossi, Silvia Salvatori, Anna Scaglione, Edoardo Scatà, Nicola Scorza, Antonella Trise, Chantal Ughi, Andrea Varese, Tatiana Winteler, Dalia Zagni, Gaia Zoppi, Francesco Branchetti
Fotografia/Photography: Pierluigi Santi
Musica/Music: Giovanna Marini
Costumi/Costume Design: Mariolina Bono
Scene/Scene Design: Marco Dentici
Montaggio/Editing: Carlo Valerio
Suono/Sound: Cinzia Rossi
Produzione/Production: Esse.Ci. Cinematografica
Distribuzione/Distribution: Mikado Film
censura: 91515 del 26-02-1997
Altri titoli: Next Millenium Stories
Trama: Tutto succede nella periferia suburbana di una metropoli che è probabilmente Roma, ma che potrebbe essere Milano o Parigi, Londra o Berlino. Vi è un immenso edificio abitativo degli anni trenta, forse la prima costruzione di un quartiere residenziale, progettato ma mai costruito. Ora qualcuno ha deciso che deve essere demoiito, per far posto a una nuova, grande zona residenziale. Gli abitanti ricevono lo sfratto nell'estate degli ultimi anni di questo millennio, anche se vi sono alcune indicazioni che siamo entrati in quello successivo. Nell'edificio vivono centinaia, forse migliaia di persone. Sono lavoratori, insieme con individui degradati, sfruttati ed umiliati: mendicanti, spacciatori di droga occasionali, ladri e prostitute. C'è panico e disperazione. Si crea spontaneamente un piccolo gruppo formato da giovani che decidono di protestare e di opporsi all'ordine di sfratto. Tuttavia si fa largo il consenso per l'idea di approfittare di una situazione di "porto franco", che la polizia garantisce in cambio della cessazione di ogni forma di agitazione e violenza. Da ciò nasce in tentativo di far sorgere una specie di sistema di autogoverno, del quale si occupa la seconda parte del racconto, accentrata sui personaggi di Mario e "la Mondezzara" mentre la prima parte era centrata sulla giovane Lucia. I veri protagonisti sono però l'intero gruppo dei personaggi, coinvolti nei problemi nelle contraddizioni e nelle sofferenze che rappresentano il significato e la vera ragione della esistenza di questo film.
Sinopsys: It all happens in the outlying suburbs of a metropolis which is probably Rome, but could be Milan or even Paris, London or Berlin. There is an immense tenement building of the thirties, probably the first building of a residential district which was planned but never built. Now, someone has decided that it should be demolished. In this place a great new residential estate will rise. The inhabitants of the building receive the official notification during the summer of one of the last years of this millenium, although there are some hints that we have already entered the next one. There are hundreds perhaps thousands of people living m the building. They are working people, together with the degraded, exploited and humiliated: beggars, small-time drug dealers, thieves and prostitutes. There is panic and desperation. A small group of young people forms spontaneously and they decide to protest in order to oppose the court injunction. But then there is increasing support for the idea of taking advantage of the "free port", situation which the police guarantees for the building and its inhabitants in exchange for the cessation of all forms of agitation and violence. From this is born the attempt to set up a sort of self-government system with which the second part of the story is concerned and which is centered on the characters of Mario and "la Mondezara" while the first part had concentrated on the young girl Lucia. But the true protagonist is the whole cast of characters, all involved in the problems, contradictions and pain which dominate the whole series of events and which constitute the meaning and very reason for existence of this fiim.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information