1297 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La casa rosa (1996)

Torna indietro

La casa rosa (1996)

The Pink House



Regia/Director: Vanna Paoli
Soggetto/Subject: Vanna Paoli
Sceneggiatura/Screenplay: Vanna Paoli
Interpreti/Actors: Giulia Boschi (Elena Misani), Jim Van der Woude (Frantisek), Radovan Lukavski (ingegner Pott), Stefano Davanzati (Enrico Corti), Ota Jirak (Jan Schreiber), Kveta Fialovà (madame Lodrova), Valerie Kaplanovà (madame Nezbedova), Veronika Jenikova (Misa), Miroslav Kopecny (Pavel Tomik), Eva Hubackova (Terezka), Marina Castielova (interprete), Jitka Dvrakova (reception)
Fotografia/Photography: Giuseppe Pinori
Costumi/Costume Design: Maria Frankova, Fiorenza Cipollone
Scene/Scene Design: Maria Frankova
Suono/Sound: Davide Magara
Montaggio/Editing: Fiorenza Muller
Produzione/Production: Corvo Cinematografica di Vanna Paoli
censura: 90604 del 09-01-1996
Altri titoli: The Pink House
Trama: Elena vive sola e non fa un lavoro molto gratificante. Ha una storia d'amore con Enrico, un suo collega d'ufficio. Un giorno accade qualcosa di assolutamente imprevisto. Il Ministero degli Affari Esteri le comunica che sta per rientrare in possesso della casa dei suoi nonni materni a Cheb, un paesino cecoslovacco. Elena si reca in Cecoslovacchia in auto con Enrico. Arriva a Cheb, viene immediatamente conquistata dalla piccola cittadina, dalla "Casa Rosa" e dai suoi buffi inquilini, l'ingegner Pott, un anziano signore che racconta alla ragazza la storia della sua famiglia. Elena riscopre le sue origini in un'atmosfera da sogno che si impadronisce di lei. Enrico invece si annoia e un bel giorno la pianta in asso e se ne ritorna a Roma. Elena forse sa già che la Cecoslovacchia le riserva anche l'amore. Infatti tra le e Frantisek, trasandato avvocato suonatore di cornetta, scoppia la passione. Ora Elena ha paura: paura di un sentimento troppo forte, paura di perdere la propria identità, paura di prendere possesso della "Casa Rosa". Per averla, quella casa, dovrebbe risiedere per un certo tempo a Cheb. E come si fa a scegliere un paese povero, "un paese dove non c'è niente da fare", rinunciando al meraviglioso "benessere" italiano?
Sinopsys: Elena lives alone and has an unrewarding job. She is involved in a relationship with Enrico, an office colleague. One day, something absolutely unexpected happens. The Ministry of Foreign Affairs notifies her that the home of her maternal grandparents in the Czech village of Cheb is about to come into her possession. Elena drives to the Czech Republic with Enrico. Arriving in Cheb, she is immediately captivated by the little township and by the "Pink House", and its strange occupants. Among them is Pott, an elderly engineer who recounts the story of his family to the young woman. In a dream-like atmosphere which soon holds her firmly in its grasp, Elena rediscovers her roots. Enrico, on the other hand, quickly becomes bored, and soon decides to abandon her there, returning to Rome. Perhaps Elena already knows that love awaits her in her Czech homeland. before long, a passionate romance develops between her and Frantisek, a slovenly lawyer and cornet player. But Elena is afraid: afraid of sentiments that feel two strong; afraid of losing her own identity and of taking possession of the "Pink House". In order to become the rightful owner of the house, she must resist in Cheb for a determinate period of time. This dilemma forces her to choose between a poor country; a country with seemingly little to offer her, and the comparative "wellbeing" of her life in Italy.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information