1171 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Rorret (1988)

Torna indietro

Rorret (1988)



Regia/Director: Fulvio Wetzl
Soggetto/Subject: Fulvio Wetzl
Sceneggiatura/Screenplay: Enzo Capua, Fulvio Wetzl
Interpreti/Actors: Lou Castel (Rorret), Anna Galiena (Barbara Liegi), Massimo Venturiello (Carlo Modena), Enrica Rosso (Sara), Rosanna Coggiola (Sheila Barbieri), Patrizia Punzo (Cecilia), Fabrizio Temperini, Claudia Giannotti (madre di Sheila), Raffaella Barracchi, Pino Quartullo, Hege Stugen (Janet Leigh), Riccardo Coppetti (John Gavin), Alessandro Fontana (Robert Walker), Roberto Mancini (Farley Granger), Dominetta Visconti (Laura Elliott), Sebastiano Somma, Rose Ferraro (prostituta), Daniela Merlo (Moira Shearer), Geraldine Thomas (Grace Kelly), Alberto Crisciotti (Anthony Dawson), Daniela Merlo (Deborah Kerr), Germano Paglia (bambino inseguito), Roberto Carosi (Keir Dullea), Silvia Parroni (bambina sull'altalena), Rossella Fanoli (spettatrice petulante), Patrizia La Fonte (Emanuela Tornabuoni), Antonio Merone (primo violentatore), David D'Ingeo (secondo violentatore), Massimiliano Trubbiani (terzo violentatore), Massimo Fonzi (quarto violentatore), Stefano Cunco (primo compagno di corso di Cecilia), Marco Giallini (secondo compagno di corso di Cecilia), Elena Paris (prima compagna di corso di Cecilia), Gigi Fazzi (seconda compagna di Cecilia), Daniele Contigliani (Rorret, bambino)
Fotografia/Photography: Carlo Cerchio, Carlo Cerchio
Musica/Music: Florian Snaider, Ferruccio Busoni
Costumi/Costume Design: Alessandra Montagna
Scene/Scene Design: Bruno Rapisarda
Montaggio/Editing: Massimo Palumbo Cardella
Suono/Sound: Franco Borni
Produzione/Production: Nuova Dimensione Cinematografica, RAI-Radiotelevisione Italiana (Rete 1)
Distribuzione/Distribution: Indipendenti Regionali
censura: 83518 del 07-04-1988
Altri titoli: Mr. Rorret
Trama: Rorret, che ha vissuto una infanzia infelice, ha un rapporto morboso con il terrore. Ha allestito una sala cinematografica, in cui si proiettano appunto pellicole di terrore, dove spia le reazioni degli spettatori, specie se donne. Egli comincia ad uccidere: la sua prima vittima è Sheila, ritenuta futile, la seconda è Barbara, una pittrice che per Rorret non ha un rapporto corretto con la paura. Con Cecilia, un'attrice specializzata in tecniche di immedesimazione, egli si trova una sera al cinema a vedere un film del terrore, ma la pellicola si spezza. Si alza il telone e come in un teatro Rorret e Cecilia iniziano a recitare. Nel momento in cui Rorret in uno dei suoi raptus tenta di strangolarla, Cecilia, in trance, afferra un coltello e lo uccide. Agli spettatori terrorizzati racconta che in un eccesso di immedesimazione, ha ucciso il suo compagno. Cecilia sarebbe stata per Rorret la donna perfetta.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information