1008 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I cammelli (1988)

Torna indietro

I cammelli (1988)



Regia/Director: Giuseppe Bertolucci
Soggetto/Subject: Vincenzo Cerami, Giuseppe Bertolucci
Sceneggiatura/Screenplay: Vincenzo Cerami, Giuseppe Bertolucci
Interpreti/Actors: Paolo Rossi (Ferruccio Ferri), Diego Abatantuono (Camillo), Giulia Boschi (Anna Moretti), Sabina Guzzanti (Miriam), Claudia Pozzi (Paola), Fiorenzo Serra (geom. Baiocco), Maurizio Soldà (Eligio Mazzoni), Ennio Fantastichini (Pino), Laura Betti (Milena, madre di Anna), Giancarlo Sbragia (padre di Anna), Lea Martino, sorelle Sister (ragazze "Miao Miao"), Luca Torraca, Nicola De Buono (Luciano), Ugo Conti (figlio del defunto Alfredo), Claudio Bisio (uomo che annaffia l'orto), Omar Pignatiello, Matteo Brigida, Jacopo Mondini, Marco Mondini, Carlo Monni (ferroviere), Luis Molteni, Stefano Sarcinelli, Thomas Di Blasi, Sonia Erbetta, Sebastiano Filocamo, Monica Picariello, Luigi Rosatelli, Roger A. Fratter
Fotografia/Photography: Fabio Cianchetti
Musica/Music: Nicola Piovani
Costumi/Costume Design: Mariolina Bono
Scene/Scene Design: Paolo Biagetti
Suono/Sound: Tiziano Crotti
Montaggio/Editing: Nino Baragli
Produzione/Production: Colorado Film Production - C.F.P., Dania Film, Medusa Distribuzione, National Cinematografica, Reteitalia
Distribuzione/Distribution: Medusa Distribuzione
censura: 83865 del 17-08-1988
Trama: Ferruccio sa tutto sui cammelli e da quattro settimane è il campione imbattuto del telequiz "Chi ne sa di più". Camillo, il suo manager, gli ha fatto firmare un contratto che prevede un viaggio da Carpi a Milano in groppa ad un cammello. Giunge la sera della finalissima, Ferruccio può vincere cinquecento milioni. Ma, ahimé sbaglia la risposta; tuttavia, convinto di avere ragione, presenta ricorso immediatamente. Poi decide di tornare a casa e riparte in treno. Durante il viaggio una bella sconosciuta, Anna, lo induce a fingersi il suo fidanzato davanti ai genitori, e tutto questo lo precipita in uno sconvolgimento mentale. Ferruccio giunge alla stazione della sua città. Ad attenderlo c'è una folla entusiasta che lo acclama: il suo ricorso è stato accettato ed i cinquecento milioni sono finalmente suoi.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information