1239 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'educazione di Giulio (2000)

Torna indietro

L'educazione di Giulio (2000)

Educating Giulio



Regia/Director: Claudio Bondì
Soggetto/Subject: Claudio Bondì, Alessandro Ricci
Sceneggiatura/Screenplay: Claudio Bondì
Interpreti/Actors: Roberto Accornero (Ettore), Alessandro Pelizzon (Giulio), Francesca Vettori (Luisa Levi), Roberto Zibetti (Sturaro), Tatiana Lepore (Margherita), Giorgia Porchetti (Bianca), Paola Roman (Emma), Bruno Gambarotta (nonno), Piero Ferrero (smemorato), Piero Nuti (Girelli), Valter Malosti (Santon), Olga Rossi (paziente che Conta), Olivia Manescalchi, Carlotta Viscovo, Giuseppe Brucco (Goria), Alessandro Casale (Umberto), Giorgio Dusio (Feretti), Giorgio Lanza (professore), Renzo Lori (libraio), Giovanna Villa (Angiolina)
Fotografia/Photography: Roberto Meddi
Musica/Music: Lamberto Macchi
Costumi/Costume Design: Francesca Arcangeli
Scene/Scene Design: Simona Garotta
Montaggio/Editing: Nicola Barnaba
Suono/Sound: Marco Tidu, Fabio Santesarti
Produzione/Production: Veradia Film S.r.l., Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Dipartimento
Distribuzione/Distribution: Orango Film Distribuzione
Vendite all'estero/Sales abroad: Orango Film Distribuzione
censura: 94893 del 26-10-2000
Altri titoli: Educating Giulio
Trama: Giulio è un ragazzo di diciassette anni, che ricopia su un registro, con severa attenzione, cartelle cliniche delle ricoverate del Regio Manicomio Femminile di Città. Siamo nella grande biblioteca del nosocomio. Questo lavoro pomeridiano è il compito che il padre Ettore, Economo capo di tutti i manicomi provinciali, gli ha dato. Il sogno di Ettore è vedere Giulio crescere, una volta superata la maturità, nella sua stessa professione amministrativa. Le giornate di Giulio si svolgono con la stessa monotona cadenza; liceo, studio, compilazione delle schede nella biblioteca, quando un giorno sopraggiunge una nuova ricoverata: Margherita.
Sinopsys: Turin, a winter afternoon in 1931. Seventeen-year-old Giulio spends his days painstakingly copying clinical notes about the patients at the Regional Female Mental Institution in the hospital library. It is a job that has been given to him by his father, Ettore, administrative head of all the region's mental institutions. Ettore pins his hopes on Giulio growing up to work in the same field as him. Giulio's days are filled with the same monotony: school, study, filling out notes, until one day he meets Margherita, a new patient.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information