1814 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il guardiano (1999)

Torna indietro

Il guardiano (1999)

The Guard



Regia/Director: Egidio Eronico
Soggetto/Subject: Nicola Molino
Sceneggiatura/Screenplay: Nicola Molino
Interpreti/Actors: Josè Quaglio (Vittorio D'Andrea), Chiara Muti (Francesca D'Andrea), Ninni Bruschetta (seconda guardia forestale), Maurizio Puglisi (prima guardi forestale), Augusto Benedetti (primo uomo al bar), Vincenzo Vetrano, Andrea Buscemi (uomo nel cimitero), Giovanni Boncoddo (tecnico dell'ENEL), Marcello Foschini (guardiano della fabbrica), Claudio Sora (avvocato), Marit Nissen (donna sulla spiaggia), Eleonora Mazzoni (infermiera), Roberto Bigherati (barista), Gianni Di Bella (secondo uomo al bar), Cristinel Bontoiu (primo aggressore), Adrian Phillip McCourt (uomo sulla spiaggia), Leonardo Fontana Arnaldi (bambino sulla spiaggia), Mitka Dobreva Petrova (prostituta), Andrzej Pawlikowski (secondo aggressore)
Fotografia/Photography: Fabio Cianchetti
Musica/Music: Marco Schiavoni
Costumi/Costume Design: Giovanni Albanese
Scene/Scene Design: Giovanni Albanese
Suono/Sound: Marco Tidu
Montaggio/Editing: Bruno Sarandrea
Suono/Sound: Giancarlo Laurenzi
Produzione/Production: GAM Film, Telepiù
Distribuzione/Distribution: Lion Pictures
Vendite all'estero/Sales abroad: Buskin Film
censura: 93651 del 24-06-1999
Altri titoli: The Guard
Trama: Nella cantina di un casolare sperduto un uomo tiene segregata una giovane donna da quasi un anno. L'uomo ha più di 60 anni, la donna ha la metà dei suoi anni. Scoperto questo strano ménage, l'uomo viene condotto in un commissariato, dove si svela l'arcano. L'uomo infatti confessa che la prigioniera è sua figlia, affetta da schizofrenia, e che, dopo aver provato invano molte cure, ora la tiene sottochiave, recitando, secondo un tacito accordo, un copione concordato con lei. La figlia scappa dal reparto di psichiatria dove è stata ricoverata e il padre si mette alla sua ricerca. Dopo una brutta avventura con due immigrati, l'uomo ritorna al casolare e ritrova la figlia. Secondo un vecchio sogno della ragazza, l'uomo mette un mazzo di fiori sul tavolo. È il segno che la recita è finita e la ragazza è libera.
Sinopsys: In the cellar of a farmhouse in the middle of nowhere, a man hides a young woman for almost a year. He is over sixty, while the woman is half his age. When the situation is discovered, the man is taken to the local police station. He confesses that the prisoner is actually his daughter who is schizophrenic, and after the failure of various attempts to treat her, he keeps her under lock and key, with her full consent. The daughter escapes from the psychiatric ward and the father sets out to look for her. After an ugly experience with two immigrants, the man returns to the farmhouse and finds his daughter. As in one of the daughter's recurring dreams, the man puts a bunch of flowers on the table. This is the sign that it is all over and that the woman is now free.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information