1326 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

De reditu (2003)

Torna indietro

De reditu (2003)

De reditu



Regia/Director: Claudio Bondì
Soggetto/Subject: Claudio Bondì, Alessandro Ricci, da "De redito suo"
Sceneggiatura/Screenplay: Claudio Bondì, Alessandro Ricci
Interpreti/Actors: Elia Schilton, Rodolfo Corsato, Romuald Klos, Roberto Herlitzka, Roberto Accornero, Marco Beretta, Caterina Deregibus, Xhilda Lapardhaja, Paolo Lorimer, Giuliano Oppes, Alessandro Pess, Pierfrancesco Poggi, Alessandro Sestieri, Claudio Spadaro, Giovanni Visentin, Adriano Wajskol
Fotografia/Photography: Marco Onorato
Musica/Music: Lamberto Macchi
Costumi/Costume Design: Stefania Svizzeretto
Scene/Scene Design: Marina Pinzuti Ansolini
Suono/Sound: Fabrizio Andreocci
Montaggio/Editing: Roberto Schiavone
Produzione/Production: Misami Film S.r.l.
Distribuzione/Distribution: Orango Film Distribuzione
Vendite all'estero/Sales abroad: Verdecchifilm
censura: 97034 del 29-05-2003
Altri titoli: De reditu
Trama: All'inizio del V sec. d.C. l'impero romano era ormai al colmo di quella parabola discendente che doveva portarlo alla dissoluzione. Cinque anni dopo il sacco di Roma ad opera dei Goti di Alarico, avvenuta nel 410 d.C., Claudio Rutilio Namaziano, un patrizio pagano che era stato "prefectus Urbi" - la più alta carica cittadina - decide di tornare nella natia Gallia, a Tolosa, per accertarsi delle rovine che quei barbari avevano prodotto anche nella sua patria e nei suoi possedimenti. Rutlio decide di partire per mare poiché la via consolare, a causa delle devastazioni, è impraticabile e insicura. La cronaca di quel viaggio, Rutlio Namaziano la descrisse in versi. Il film è liberamente ispirato a quel diario...
Sinopsys: By the start of the 5th century AD, the Roman Empire has reached the low point of the descending fortunes that were to lead to its dissolution. Five years later, following the sack of Rome by Alaric's Visigoths, Claudius Rutilius Namatianus, a patrician pagan who had been the "prefectus Urbi", decides to return to his native Gall, in the city of Toulouse, and inspect the ruins left by the Barbarians. Rutilius Namatianus describes his journey in verse. The film is freely inspired by this diary...

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information