1412 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La forza del passato (2002)

Torna indietro

La forza del passato (2002)

Truth and Lies



Regia/Director: Piergiorgio Gay
Soggetto/Subject: om.rom.di S.Veronesi Bompiani
Sceneggiatura/Screenplay: Piergiorgio Gay, Lara Fremder
Interpreti/Actors: Sergio Rubini, Bruno Ganz, Sandra Ceccarelli, Mariangela D'Abbraccio, Valeria Moriconi, Giuseppe Battiston
Fotografia/Photography: Luca Bigazzi
Musica/Music: Quintorigo
Costumi/Costume Design: Francesca Sartori
Scene/Scene Design: Paola Comencini
Suono/Sound: Mario Iaquone
Montaggio/Editing: Carlotta Cristiani
Produzione/Production: Istituto Luce, Albachiara S.p.A.
Distribuzione/Distribution: Istituto Luce S.p.A.
Vendite all'estero/Sales abroad: Adriana Chiesa Enterprises
censura: 96533 del 06-09-2002
Altri titoli: Truth and Lies, Verité et mensonge
Trama: Gianni Orzan vuole solo vivere in pace nel suo personale universo che si è costruito negli anni. Ma l'incontro con uno strano sconosciuto che dice di sapere delle cose su suo padre, metterà presto in crisi le sue convinzioni e il loro precario equilibrio. Da qui inizia la decostruzione di questo quarantenne che ormai è convinto di aver messo ordine nei vari cassetti della sua vita: il suo lavoro, i suoi affetti, le sue idee...ovvero suo padre era solo un militare fascista, sua moglie Anna nient'altro che una donna dolce, suo figlio Francesco il modello su cui costruire una rapporto padre/figlio che a lui era stato negato. Solo alla fine della vicenda Gianni, per la prima volta in vita sua, riuscirà a fare una lucida analisi di ciò che è e di quello che avrebbe voluto divenire...
Sinopsys: Gianni Orzan simply wants to live in peace in his own personal universe that he has created for himself over the years. However, when Gianni meets a strange individual who says he knows things about his father, all Gianni's convictions and delicate equilibrium are turned upside down. The deconstruction of this forty-year-old, who believes he has tidied up the various compartments in his life, for example, work, love and ideology begins here. Indeed, Gianni believes his father was just a Facist soldier and his wife, Anna, nothing more than a sweet woman, his son, Francesco, the model on which to build a father/son relationship which he never had. Only at the end of it all, for the first time in his life, will Gianni be able to make a clear analysis of who he is and what he could have been.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information