29 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Per non dimenticarti (2006)

Torna indietro

Per non dimenticarti (2006)

Forget You Not



Regia/Director: Mariantonia Avati
Soggetto/Subject: Tommaso Avati
Sceneggiatura/Screenplay: Tommaso Avati
Interpreti/Actors: Anita Caprioli, Ettore Bassi, Enrica Maria Modugno, Francesca Antonelli, Emanuela Grimalda, Magdalena Grochowska, Chiara Sani, Valeria Morosini, Alessandra Costanzo, Monica Cervini, Lea Gramsdorff, Manuela Morabito, Patrizio La Bella, Silvano Melia, Rosanna Vaudetti, Gianni Franco, Alberto Caneva, Sergio Tardioli, Patrizia Salerno, Susanna Forgione, Lina Bernardi, Carlo Sabatini, Diana Di Paolo, Paolo Casiraghi, Pamela Muscia, Tonino Milana, Patrizio Pelizzi, Clemenza Fantoni, Pino De Matti, Pasquale (Lillo) Petrolo, Alessandro Di Carlo, Luca Biagini, Massimo Bonetti
Fotografia/Photography: Cesare Bastelli
Musica/Music: Stefano Arnaldi
Costumi/Costume Design: Bettina Bimbi
Scene/Scene Design: Biagio Fersini
Suono/Sound: Bruno Pupparo
Montaggio/Editing: Carlo Fontana
Produzione/Production: Matteo Cinematografica S.r.l.
Distribuzione/Distribution: Istituto Luce S.p.A.
Vendite all'estero/Sales abroad: Adriana Chiesa Enterprises
censura: 99550 del 24-01-2006
Altri titoli: Forget You Not
Trama: La storia si svolge a Roma, all'interno di un reparto di ostetricia, all'inizio del 1947. Il conflitto è finito da tre anni, ma in città sono ancora tangibili i drammatici segni della guerra e delle sofferenze che essa reca con sé. La fame e le sofferenze, patite negli anni della contesa sono imprese, come un marchio, nel carattere di nove donne in attesa di partorire. Nina, la protagonista, viene ricoverata in anticipo per via di alcune complicazioni. Nella camerata che la ospita vige un clima di reciproco supporto e di grande solidarietà, che aiuta ognuna delle donne ad affrontarela propria storia personale. Nina scoprirà un mondo fino a quel momento a lei sconosciuto: storie di difficoltà e privazioni, di abbandono e di tradimenti, ma anche di amore, passioni, solidarietà e tenerezza. E sarà proprio grazie al contatto con quelle donne e con le loro particolari vicende, ognuna unica ed universale, che Nina maturerà la consapevolezza e la forza per fronteggiare quello che le sta accadendo: l'esperienza grandiosa e al contempo spaventosa della maternità.
Sinopsys: Rome, 1947. Images of the war still burn in the eyes of the people. In men's hearts, the determination to raise a city and country from the ashes. In women's souls and bodies, the primordial urgency to rebuild families. In the maternity ward of a hospital, Nina finds eight other women waiting to give birth. Little does she know how profound this encounter will be. Though for the moment total strangers, each woman is moved to tell her story. One by one as these life stories interweave, a magnificent fresco emerges, it is the story of woman, all women. Suddenly they are not alone. There is understanding, solidarity, friendship from the others, never judgment. A fearful beautiful girl pregnant by a foreign soldier; a bitter unfulfilled wife who turned to the emptiness of promiscuity; women who have only known privileged luxury or others only worlds of hardship and deprivation. As these lives of hope, sacrifice, love, abandonment are shared, the universe of the nine women becomes much like a womb itself.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information