2428 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Tosca e altre due (2003)

Torna indietro

Tosca e altre due (2003)

Tosca and the other two



Regia/Director: Giorgio Ferrara
Soggetto/Subject: da om.comm. di Franca Valeri
Sceneggiatura/Screenplay: Franca Valeri, Enrico Medioli
Interpreti/Actors: Franca Valeri, Adriana Asti, Maria Pia Ionata, Armando Ariostini, Aldo Puglisi, Franco Interlenghi, Memè Perlini, Cesare Gelli, Angelica Ippolito, Alessandro Safina, Maria Pia Ruspoli, Andrea Roncato, Vincent Darré, Ugo Fangareggi, Michele Della Valle
Fotografia/Photography: Giovanni Battista Marras
Musica/Music: Alessio Vlad
Costumi/Costume Design: Danilo Donati
Scene/Scene Design: Danilo Donati
Suono/Sound: Tommaso Quattrini
Montaggio/Editing: Massimo Quaglia
Produzione/Production: Cosmo Production S.r.l., Rai Cinema
Distribuzione/Distribution: BIM Distribuzione
censura: 97123 del 27-05-2003
Altri titoli: Tosca and the other two
Trama: Nella portineria di Palazzo Farnese troneggia la custode Emilia garante del decoro e del buon nome del barone cattivo... Emilia, sposata con un carceriere di Castel Sant'Angelo, è una casalinga di "ferro" che a malapena s'avvede dell'andirivieni di Scarpia e dei traffici poco ortodossi che "animano" il palazzo. Nella sua "reggia" spesso si trova Iride, ex artistucola piccolo borghese, per poter ciacolare di ciò che avviene nel palazzo. Parlano goldonianamente di pane, bambini, di vitaccia quotidiana, di moralismo dei poveri ma brutti, mentre intorno a loro incalzano, neanche tanto misteriosamente, i gemiti rudi di Cavaradossi, i moniti bramosi di Scarpia, la pietà orgogliosa di Tosca...
Sinopsys: Ruling over her concierge's station in the Palazzo Farnese is Emilia, protector of the building's decorum, as well as the good name of the evil baron ... Emilia, married to a prison guard in the Castel Sant'Angelo, is an "iron" housewife who barely notices the frenetic movement of Scarpia and the decidedly unorthodox trafficking that "enlivens" the palazzo. She is often visited in her "royal" abode by Iride, once a marginal artist and now glad for the chance to chatter about what takes place in the palazzo. The two discuss food, children and day-to-day living, dispensing the morality of poor people unredeemed by any vital attraction. Meanwhile, all around them, events are coming to a head, as can be heard from the uncouth groans of Cavaradossi, the haughty warnings of Scarpia and the proud mercy of Tosca....

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information