1652 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La seconda ombra (2000)

Torna indietro

La seconda ombra (2000)

The Second Shadow



Regia/Director: Silvano Agosti
Soggetto/Subject: le vicende del film sono reali
Interpreti/Actors: Remo Girone, Victoria Zinni, Eva Mauri, Alessia Zoff, Lucia Ciubei, Enzo Quai, Maria Rosa Corvi, Claudio De Maglio, Elio Devetak, Alessandro Milet, Caterina Di Fant, Antonio Vanacore, Marco Castellini, Lilly Videtta, Flavia Ferranti, Maia Monzani, Adriano Coco, Giordano Osbot, Elena Sciarrino, Vallì Parabò, Marcella Barbiani, Loredana Cappellari, Giulia Jordan, Noemi Glessi Rener, Sara Alzetta, Cristina Mazza, Giuseppina Pacor, Walter Maconi, Eugenio Ragone, Cristiano Pasquali, Claudio Gherghetta, Luigi Biasioli, Paolo Buiat, Gianni Oleotto, Claudio Pantarotto, Armando Furlani, Diego Kuzmin, Agostino Ferrente, Massimiliano Pividore, Ugo Quai, Luciano Simionato, Giovanni Punzo, Costantino Sanna, Romeo Basso, Rosalia Pasquali, Ermanno Tacco, Francesca Marcozzi, Matteo Oleotto, Alessandro Drius, Daniele Tommasini, Giovanni Bertossin, Luca Gherghetta, Gianluca Bonetti, Edo Basso, Gianluca Ferronato, Franco Bertin, Giorgio Gelsomino, Emilio Quinzi, Ivan Bormann, Lorenzo Acquaviva, Elis Pantarotto, Daniele Cipollone, Emanuela Sdraulig, Valentina Rivelli, Grazia Pallaro, Alessandro Carpentieri, Cosimo Olivieri, Angelo Pedretti, Federico Zanolla, Nicola Faresic, Giorgio Mininel, Giuseppe Marchesan, Bruno Morelli, Mauro Radigna
Fotografia/Photography: Silvano Agosti
Musica/Music: Nicola Piovani
Montaggio/Editing: Silvano Agosti
Suono/Sound: Antonio Ricossa
Produzione/Production: 11 Marzo Cinematografica
Distribuzione/Distribution: 11 Marzo Cinematografica S.r.l., Istituto Luce S.p.A.
Vendite all'estero/Sales abroad: 11 Marzo Cinematografica S.r.l.
censura: 94182 del 20-01-2000
Altri titoli: The Second Shadow
Trama: Il neo direttore dell'ospedale psichiatrico di Gorizia, travestito da uomo di fatica, entra nei vari reparti del manicomio. Dopo aver assistito ad una serie di orrori, l'uomo, preso possesso del suo posto, decide di cambiare l'assetto dell'ospedale. Egli elimina la contestazione, le camicie di forza, l'elettroshock, le docce gelate. Poco a poco tutte le porte si schiudono. Tanto che una sera d'estate il direttore convoca i pazienti nel parco dell'ospedale e propone loro di abbattere il muro di cinta che separa la città dal manicomio. Il tutto deve avvenire in una notte per evitare blocchi burocratici e reazioni istituzionali. Così inizia questa particolare e poetica azione in cui 500 reclusi operano insieme per abbattere il muro che nasconde al mondo la loro condizione...
Sinopsys: The new director of the mental hospital in Gorizia visits the wards disguised as a workman. After observing a series of disturbing events, he decides to take advantage of his position and change the way the hospital is organized. He abolishes containment therapy, straitjackets, electric shock treatment and ice-cold showers. Gradually, all doors open. So much so that, one summer's evening, the director invites all the patients into the hospital grounds and suggests they knock down the wall that separates the city from the mental hospital. Everything has to take place in one night to avoid bureaucratic obstacles and institutional reactions. In this particular and poetic way, five hundred patients work together to break down the wall that hides their condition from the world.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information