1337 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Del perduto amore (1998)

Torna indietro

Del perduto amore (1998)

Of lost love



Regia/Director: Michele Placido
Soggetto/Subject: Michele Placido, Domenico Starnone
Sceneggiatura/Screenplay: Michele Placido, Domenico Starnone
Interpreti/Actors: Giovanna Mezzogiorno (Liliana Rossi), Michele Placido (Don Gerardo), Fabrizio Bentivoglio (Antonio), Rocco Papaleo (Cucchiaro), Enrico Lo Verso (Dottor Satriano), Rino Cassano (Don Gaetano), Piero Pischedda (Gerardo da ragazzo), Sergio Rubini (Italo), Nanni Tamma, Milla Sannoner (Magda, la madre di Liliana), Lorenzo Gentile (Don Vincenzo, zio di Liliana), Luciana Paolicelli (Teresa), Giovanna Staffieri (Miluccia, sorella di Gerardo), Luigi Pirozzi (Marullo), Lea Di Mauro, Egidia Bruno (Amalia), Lucia Tartaglia (Silvana), Maria Iacovuzzi, Maria Figliuolo, Lorenzo Cantorio, Ida Frattarolo, Renato Potenza (Enzuccio), Raffaele Salvaggiola (Donato), Raffaella Scaraia, Marika Coniglio (Ninuccia), Teresa Antonicelli, Isabella Amato, Domenica Berardino, Rosa Basta, Davide Dragonetti, Eufemia Bruno, Anna Campagna, Marica Capezzera, Loredana Catena, Angela Colasuonno, Anna Coletta, Silvia Desiante, Angela Francabandiera, Stefania Tarantino, Eufemia Trabace, Anna Maria Cesano
Fotografia/Photography: Blasco Giurato
Musica/Music: Carlo Crivelli
Costumi/Costume Design: Claudio Cordaro
Scene/Scene Design: Paola Comencini
Suono/Sound: Luciano Fiorentini
Montaggio/Editing: Francesca Calvelli
Produzione/Production: Clemi Cinematografica, RAI Cinemafiction
Distribuzione/Distribution: Buena Vista International Italia
Vendite all'estero/Sales abroad: Clemi Cinematografica
censura: 92790 del 22-07-1998
Altri titoli: Of lost love
Trama: Don Gerardo, parroco in un piccolo paese del Sud, ora sui cinquant'anni, torna con la memoria alla persona che ha segnato più profondamente la sua vita: Liliana, una giovane militante comunista poco più che ventenne, presenza suggestiva nella sua adolescenza, osteggiata e insieme ammirata dall'intera comunità. Ripercorre l'ultimo anno di lei, dal suo spendere se stessa per gli altri, alla morte improvvisa. Soprattutto confessa a sè stesso l'amore assoluto, vissuto con la dedizione totale della prima adolescenza, che ha nutrito per lei e la disperazione che ha provato quando il parroco di allora, Don Gaetano, negò al feretro della "comunista morta in peccato mortale" l'ingresso in chiesa.
Sinopsys: The story of a sentimental, social and ethic forming that concerns all of us, because it tells about the values, the culture, the people of our cowntry the episode of a personal background, the tale of a social micro cosmos, the short life of an extraordinary girls and the initiation into life of a normal boy become the fresco of a society that is archaic but still alive, a metaphor of an existential condition that is still current, an allegory of a model of virtue: the will of knowledge and the art of learning.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information