48 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Gabrielle (2005)

Torna indietro

Gabrielle (2005)

Gabrielle



Regia/Director: Patrice Chéreau
Soggetto/Subject: da racc."Il ritorno" J. Conrad
Sceneggiatura/Screenplay: Patrice Chéreau, Anne Louise Trividic
Interpreti/Actors: Isabelle Huppert, Pascal Greggory, Claudia Coli, Thierry Hancisse, Chantal Neuwirth, Thierry Fortineau, Louise Vincent, Clément Hervieu-Léger, Nicolas Moreau, Rinaldo Rocco, Xavier Lafitte, Maï David, Jeanne Herry, Aude Léger
Fotografia/Photography: Eric Gautier
Musica/Music: Fabio Vacchi
Suono/Sound: Guillaume Sciama, Benoît Hillebrant, Olivier Do Hùu, Olivier Burgaud, Seppe Van Groeningen
Produzione/Production: Albachiara S.p.A., Azor Films, Canal +, StudioCanal, Arte France Cinéma, Paris, Love Streams Productions
Distribuzione/Distribution: Mikado Film
Vendite all'estero/Sales abroad: Studiocanal
censura: 99170 del 26-07-2005
Altri titoli: Gabrielle
Trama: Una casa dove si va volentieri. Lunghe serate, durante le quali si ascolta, si guarda, si ride, si afferma una cosa e il suo contrario. Il vantaggio dei circoli di habituè: ci si conosce così bene... slanci di franchezza o eccesso di dissimulazione, istanti di dubbio, di gioia fondata o infondata, c'è di tutto, per il piacere degli invitati e dei padroni di casa. A questi, arride il successo e la loro esistenza è di quelle che si invidiano. Ma improvvisamente, qualcosa va storto. Un giorno, qualcuno parte e tarda a ritornare. E quando infine il campanello suona, il mondo ha uno scossone. Un giorno, un uomo e una donna si ritrovano in questa casa e per la prima volta si vedono per davvero. Uno l'ha voluto, l'altra no. Uno vuole parlare, l'altra non vuole. Difficile stare nella stessa casa quando non si vogliono le stesse cose.
Sinopsys: A house where people like to come. Long evenings spent listening, watching, laughing, saying one thing and then the other. That's the advantage of a circle of habitués: everybody knows everybody. Outbursts of honesty, extremes of secrecy, moments of doubt and founded or unfounded joy... it's all there, to the guests' delight and that of the master and mistress of the house, whose lives are a never-ending tale of success envied by others. Suddenly, the smooth-running clock tells the wrong time. One day, someone leaves and is late returning. When the bell chimes at last, the world has drastically changed. One day, brought together in the house, a man and a woman see each other as they really are for the first time. One wanted this, the other didn't. One wants to talk, the other doesn't. It's hard living in the same house when you don't want the same things.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information