34 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

A Casablanca gli angeli non volano (2005)

Torna indietro

A Casablanca gli angeli non volano (2005)

In Casablanca angels don't fly



Regia/Director: Mohamed Asli
Soggetto/Subject: Mohamed Asli
Sceneggiatura/Screenplay: Mohamed Asli
Interpreti/Actors: Abdessamed Miftah El Kheir, Abderrazak El Badaoui, Rachid El Hazmir, Leila El Ahyani, Abdelaziz Essghyr
Fotografia/Photography: Roberto Meddi
Musica/Music: Stephan Micus, Dounia
Costumi/Costume Design: Laila Oumani
Scene/Scene Design: Fettah Attaoui
Suono/Sound: Mauro Lazzaro
Produzione/Production: GAM Film, Rai Cinema, Istituto Luce, Dagham Film
Distribuzione/Distribution: Istituto Luce S.p.A.
Vendite all'estero/Sales abroad: The Works Ltd
censura: 98896 del 18-04-2005
Altri titoli: In Casablanca angels don't fly
Trama: In un villaggio sperduto tra le montagne abita la famiglia di Said. Sua moglie Aicha, incinta, e i figli piccoli, cercano di sopravvivere al rigido inverno. Per mantenerli Said è stato costretto a trasferirsi a Casablanca. Aicha, analfabeta e contraria fin dal principio alla partenza del marito, lo supplica di tornare: Casablanca è pericolosa e fagocita gli esseri umani. Intanto Said ha trovato lavoro in un ristorante insieme con due amici, Ottman e Ismail. Per loro la vita è tutt'altro che facile: Ottman non pensa ad altro che al suo unico bene, un cavallo che ha lasciato alle cure della madre e a cui manda appena può del pane secco. Ismail ha visto un paio di scarpe costose che sono diventate la sua ossessione. Con una lettera Aicha implora Said di raggiungerla per la nascita del bambino. La madre di Ottman prega il figlio di sollevarla dal peso del cavallo. Ismail infine riesce ad assicurarsi l'oggetto del suo desiderio...
Sinopsys: Said's family lives in an isolated village in the mountains. His pregnant wife Aicha and their little children try to survive to a hard winter season. In order to support his family, Said is obliged to move to Casablanca. Since the beginning, Aicha who is an illiterate woman, doesn't want her husband to leave and she implores him to come back. Casablanca is a dangerous city that may destroy human beings. In the meanwhile, Said and his friends Ottman and Ismail find a job in a restaurant. They have a very hard life: Ottman is always concerned about his horse, the only precious thing he has got in his life. He asks his mother to take care of the animal and he promises to send stale bread whenever he can.Ismail is obsessed by the idea of getting a very expensive pair of shoes. Aicha sends a letter to Said imploring him to join her for their baby birth. Ottman's mother tries to persuade him to take the great weight of the horse off of her. Ismail finally succeeds in getting what he was desperately looking for...

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information